Fare trekking in sicurezza: 5 regole da seguire

Classifica Classifica

Mai perdere di vista la sicurezza quando si vuole fare trekking! Ecco 5 cose fondamentali da ricordare prima di partire all’avventura.

Ti potrebbero interessare

Panorami mozzafiato, silenzio irreale, aria pulita: sono tantissimi i motivi per cui vale la pena fare trekking, ma per non trasformare un’attività così piacevole in un vero disastro è fondamentale non perdere d’occhio la sicurezza.

Che amiate le escursioni in Italia o all’estero, prima di partire è bene avere qualche accortezza in modo da non mettere in pericolo se stessi e gli altri.

Per non correre rischi, si possono infatti seguire delle piccole regole che possono davvero fare la differenza. Dalla definizione del percorso esatto da seguire alla scelta delle calzature più adatte: ecco 5 cose da tenere a mente prima di andare a fare trekking.

5. Fare trekking in sicurezza: definire l’itinerario

Prima di mettersi in viaggio, meglio definire per bene l’itinerario da seguire: controllate quali sono i sentieri, dove sono i primi punti di sosta o quanti sono i chilometri da percorrere. Per fare trekking in sicurezza è importante non lasciare nulla al caso.

4. Segnare tutto su una mappa

Smartphone e smartwatch possono essere molto utili durante una passeggiata tra i boschi, ma per non correre rischi meglio portare con sé anche una mappa cartacea in cui segnare il sentiero da seguire o appuntare altre informazioni importanti.

3. Partire di giorno

Per quanto possa essere affascinante fare trekking al calar del sole, partire per un’escursione durante il giorno è decisamente più sicuro. Di notte aumenta il rischio di sbagliare sentiero e di perdersi, ma anche quello di fare incontri ravvicinati con animali selvatici potenzialmente pericolosi.

2. Controllare sempre le previsioni meteo

Anche se si fa trekking in estate, prima di partire è bene controllare le previsioni del tempo. Conoscere con largo anticipo cosa vi aspetta vi consentirà di partire con le giuste attrezzature e di portare con voi ad esempio una giacca a vento o delle scarpe da pioggia. E inoltre, farsi trovare impreparati da un violento temporale non è mai il massimo.

1. Fare trekking in compagnia

Immergersi nella natura e godersi una giornata nel verde completamente da soli è un’esperienza molto allettante, ma non molto sicura. Soprattutto se non siete degli escursionisti esperti, organizzate una giornata di trekking in compagnia: solo così, se qualcosa dovesse andare storto, avete la certezza di avere accanto qualcuno in grado di darvi assistenza o chiamare i soccorsi.

Hobby e tempo libero
SEGUICI