A San Daniele del Friuli c’è aria di prosciutto!

Guida Guida

Alla fine di giugno la manifestazione ‘Aria di festa’ anima l’intera provincia di Udine con degustazioni, laboratori, visite e spettacoli.

Chi ama il prosciutto non può perdersi la festa organizzata dal 26 al 29 giugno a San Daniele del Friuli: si chiama Aria di Festa, e celebrerà il mitico prosciutto di San Daniele. Il piccolo paese in provincia di Udine organizza quest’anno l’edizione numero 31; gli ottomila abitanti accoglieranno oltre duecentomila visitatori. Oltre 2 milioni le fette di prosciutto affettate.

La manifestazione però non è una semplice sagra: lo scopo è quello di far conoscere bene questo prodotto straordinario, che si distingue dagli altri prosciutti per un ingrediente che esiste solo qui. La carne è esclusivamente italiana, il sale usato per la salatura è quello marino ma ciò che fa la differenza è sicuramente il microclima particolare che trasforma una qualunque coscia di maiale stagionata nel prosciutto di San Daniele DOP.
 
Chi deciderà di partecipare alla manifestazione troverà molte sollecitazioni diverse. Una parte degli appuntamenti, infatti, è più ‘didattica’: laboratori e corsi gratuiti illustrano i modi per servire o per tagliare il delizioso salume, oppure i suoi abbinamenti con vino e cibo, con la possibilità di assaggiare i vini friulani. Sono previste anche visite guidate nei prosciuttifici. Per i bambini è previsto un percorso multisensoriale alla scoperta del mondo del prosciutto. 
 
Naturalmente non mancano neanche gli appuntamenti legati allo spettacolo, con concerti, musica, incontri con giornalisti e scrittori, personaggi dello spettacolo. Il 28 e il 29 giugno bancarelle con prodotti DOP e IGP di tutta Italia esporranno le eccellenze italiane in campo gastronomico. Per i bambini sono previsti giochi e altre iniziative.
 
Aria di festa, però, non è legata solo a San Daniele; tanti paesi sono pronti ad accogliere i turisti offrendo spunti di vario genere. Dallo stesso paese di San Daniele del Friuli, poi, bus navetta raggiungeranno dodici borghi dei dintorni alla scoperta di arte, cultura e gastronomia; accompagnati da guide slow, i visitatori scopriranno per esempio a Gemona del Friuli la cineteca e un prezioso olio extravergine di oliva, a Maniago l’arte dei coltelli, a Codroipo il Parco delle Risorgive o il Museo del Vino, a Cividale il ponte del Diavolo. 
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI