Viaggi

Viaggi in bicicletta: itinerari e consigli utili

I percorsi più belli in Italia e all'estero, i segreti per un bagaglio giusto e gli errori da non fare. Le cose da sapere.

I percorsi più belli in Italia e all'estero, i segreti per un bagaglio giusto e gli errori da non fare. Le cose da sapere.

Bicicletta che passione! Che la stagione sia bella oppure brutta, chi è in strada la domenica mattina lo sa: l’Italia è ricca di cicloamatori. D’altra parte siamo sempre stati un Paese dedito al ciclismo (che è stato a lungo, prima del calcio, lo sport nazionale): non è certo un caso se sempre più persone scelgono di fare vacanze alternative.

Viaggi in bicicletta, il turismo su due ruote 

Nelle vacanze in bicicletta il viaggio stesso è un piacere: pedalare tra luoghi magari poco conosciuti, fuori dai soliti tracciati, alla scoperta di borghi isolati e sentieri di campagna, lungo ciclovie nuove e tracciati esistenti da decenni. Fermarsi per un caffè o una bibita, per riempire la borraccia a una fontanella oppure per un pranzo tipico. E poi ripartire, in sella, verso la tappa successiva. Per godersi appieno le vacanze da cicloturista, l’ideale è percorrere tra i 40 e i 70 km al giorno: ecco alcuni itinerari.

Viaggiare in bici: itinerari in Italia 

Da nord a sud, l’Italia offre tantissimi itinerari ai cicloturisti, anche alle famiglie desiderose di intraprendere viaggi in bicicletta con bambini.

Via Francigena

Anticamente la Via Francigena conduceva i pellegrini dal nord Europa a Roma. Oggi è molto battuta dagli amanti dei viaggi in bici: il percorso ciclabile, tra il passo del Gran San Bernardo e la Città Eterna, si discosta di poco da quello pedonale e lo fa solo per evitando gli ostacoli e riducerre i dislivelli, consentendo di pedalare in tranquillità: tutti, con un po’ di allenamento, possono affrontare un viaggio da ricordare lungo la via Francigena.

Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese

Percorso cicloturistico di 500 km, si snoda lungo le due condotte storiche dell'acquedotto: il Canale Principale, da Caposele a Villa Castelli, e il Grande Sifone Leccese, che dal punto terminale del primo giunge fino a Santa Maria di Leuca. Un itinerario che racconta una delle opere idrauliche più imponenti mai realizzate in Italia, totalmente pianeggiante, da percorrere in sette-nove giorni.

Da Venezia a Mantova

Tra gli itinerari per bici italiani c’è anche la tratta che va da Venezia a Mantova (e viceversa): si snoda lungo i canali che collegano la Laguna veneta al Po e al Mincio, con un dislivello praticamente inesistente. Chioggia, il delta del Po con i suoi fenicotteri, l’argine del Canalbianco fino al Mincio, lungo un percorso che permette di alternare la bici alla navigazione fluviale. Da fare in cinque giorni, perfetto per gli amanti della natura.

bici vacanze

Viaggiare in bici: itinerari in Europa 

Ovviamente, per gli amanti di bicicletta cicloturismo non c’è solo l’Italia. Ecco tre itinerari da percorrere in Europa.

Castelli della Loira

Uno degli itinerari più battuti dai cicloturisti è quello dei castelli della Loira, in Francia. Il tour in genere inizia da Orleans, porta al castello di Blois e prosegue poi con Tours e Nantes: oltre che agli appassionati delle due ruote, è particolarmente indicato per gli amanti del vino, dato che è davvero facile (se non “obbligatorio”) fare tappa nei vigneti e fermarsi per delle degustazioni.

Cammino di Santiago 

Il Cammino di Santiago, come suggerisce il nome, si fa preferibilmente a piedi. Ed è così, a differenza della Francigena, che generalmente lo si affronta. Ma c’è anche chi lo sceglie la bicicletta. Non è la stessa cosa, ma le due ruote permettono magari di farlo tutto in una volta sola (uno dei “cammini del cammino”, quello francese, è lungo oltre 800 km).

Passau-Vienna

La pista ciclabile Passau-Vienna è ideale per chi è alla ricerca di una vacanza in bicicletta all’insegna della natura e della quiete. Segue il percorso del Danubio dalla piccola cittadina bavarese di Passau fino alla capitale austriaca, distanti circa 300 km. Perfetta anche per le famiglie con bambini.

Viaggi in bicicletta in solitaria 

Non è un trend: i viaggiatori solitari (per vari motivi) ci sono sempre stati. E ci sono anche su due ruote. Le “vacanze in bici per single” hanno il loro perché: oltre a far bene all’umore e alla forma fisica, sono vacanze in cui in ogni momento può capitare di stravolgere il programma, in base a esigenze, fatica, desiderio di vedere qualcosa che magari non è esattamente lungo il percorso scelto. Da soli non c’è da rendere conto a nessuno...

Gestire il bagaglio quando si viaggia in bici 

Nel bagaglio del cicloturista ci deve essere tutto, ma non ci deve essere troppo. L’abbigliamento deve essere tecnico, più leggero e veloce da asciugare, e adatto ai cambi climatici. Vietato dimenticare casco e occhiali da sole, così come medicinali e integratori di sali minerali, sempre molto utili. Chi teme di avere dolore alle mani dopo tante ore in bici, può optare anche per un paio di guanti appositi che attutiscono la presa mentre si è in sella.

Raccomandazioni utili 

Organizzare un viaggio in bici è facile... se sai come farlo. Innanzitutto, bisogna scegliere l’itinerario in base alle proprie capacità fisiche e a quelle dei propri compagni di viaggio. Va da sé che con dei bambini è preferibile un itinerario pianeggiante, con tappe brevi. Meglio stabilire un percorso preciso, con tappe giornaliere che dovremmo cercare di rispettare il più possibile, magari fermandosi anche più notti nello stesso posto, per evitare di tornare a casa più stanchi di prima! E la qualità del sonno è fondamentale, quindi sì occhio al budget, ma senza esagerare. A proposito, sempre evitare di pedalare durante le ore più calde, meglio partire presto e fare una lunga pausa verso l’ora di pranzo. E poi c’è la bicicletta, l’elemento fondamentale del cicloturismo: optare per una bici ibrida, buona sia sullo sterrato che sull'asfalto, ovviamente in buone condizioni.

Foto: @pixabay.com