Paura di fare il primo passo

Anna ha finalmente conosciuto un ragazzo che le piace molto: anche lui sembra interessato, ma la situazione non si 'smuove'. Che fare?

Cara Maya,

mi chiamo Anna, ho 25 anni e qualche storia d’amore di poco conto alle spalle. Sono diventata “grande” con i cartoni animati della Disney e penso che questa sia il mio punto di forza, ma anche la mia rovina. Lo dico perché penso di avere degli ideali e delle convinzioni che mi fanno vedere ciò che di bello c’è nella vita e mi aiutano ad affrontare le situazioni più complicate sempre con il sorriso sulle labbra.

Sì, insomma, più o meno riesco quasi sempre a risolvere tutto con una canzone che spazza via i problemi, come succede nei cartoni. Questo vale in ogni circostanza, tranne quando si tratta di uomini. Perché ho delle aspettative troppo alte… un po’ come le principesse che cui sono cresciuta aspetto che arrivi qualcuno a salvarmi, ma alla fine non succede mai. Mi ritrovo in uno stagno a nuotare con altri rospi, con la speranza che il mio cavaliere è in ritardo solo perché è un po’ sbadato e ha messo su Maps l’indirizzo sbagliato…

So che mi sto dilungando troppo, ma arrivo al dunque: un giorno è accaduto che ho intravisto qualcosa che si aggirava intorno allo stagno. Un uomo che poteva essere qualcosa di più di qualcuno che mi liberasse dalla torre e dalle streghe cattive. Qualcuno con cui poter andare a cavallo insieme, ma il mio istinto da principessa mi impedisce di fare il primo passo e di rivelargli quello che provo per lui. Sento che anche dal suo lato ci sono sentimenti simili, ma siamo rimasti impantanati nella palude intorno allo stagno. Perché le principesse non rimorchiano il loro principe, no?

Anna, principessa triste

Mia piccola principessa Anna,

se vivessimo le nostre vite come la Disney ci ha insegnato, dovremmo andare in giro indossando dei gonnelloni ingombranti, rischiando di romperci l’osso del collo a ogni passo. E invece siamo principesse 3.0, che indossano quello che più preferiscono, rincorrono principi sbagliati che fanno colare il mascara, e pagano agli appuntamenti perché non hanno bisogno di farsi offrire la cena. Okay, sì, ogni tanto fa piacere, ma non è questo il punto.

Ciò che voglio dire è che possiamo decidere di fare quello che vogliamo, quando lo vogliamo e perché lo vogliamo. E poi, lo sai meglio di me, no? “I sogni son desideri, di felicità”. Sai qual è il modo migliore per mettere da parte la tristezza che hai in testa? Iniziare a pensare come Anna e non come Biancaneve, Belle o Aurora. Saresti la principessa più figa di tutte, secondo me, a salvare il tuo principe.

Ti piace un ragazzo e ti arrivano segnali da parte sua, ma non sono troppo chiari? La buona notizia è che certi cuori, a volte, hanno semplicemente bisogno di qualcuno che alzi il volume della trasmissione per sintonizzarsi sulla stessa frequenza.

La favola più bella che potrai vivere è quella che inizi a scrivere tu. Non perdere altro tempo perché fuori dallo stagno c’è un bellissimo mare dove navigare con il principe che hai scelto tu per te.

Ti abbraccio,
Maya

Hai una domanda per Maya? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Foto apertura: Antonio Guillem © 123RF.com

Maya risponde...

SEGUICI