Sintomi premestruali: come alleviarli con l'alimentazione

Guida Guida

L'alimentazione svolge un ruolo importante per alleviare i sintomi premestruali. Ecco quali sono i cibi da prediligere con l’arrivo del ciclo. 

La sindrome premestruale interessa quasi il 25 % della popolazione femminile italiana e implica tutta una serie di sintomi soggettivi che si manifestano all’avvicinarsi delle mestruazioni.

Ecco allora che alcune donne si sentono più irritabili, altre invece più malinconiche o depresse. Il corpo può apparire pesante, si può percepire una forte stanchezza durante il giorno e possono anche comparire delle fastidiose ed inestetiche imperfezioni sul viso.

L’alimentazione, dunque, può essere vista come una preziosa alleata naturale per alleviare i sintomi premestruali.

Quali sono i cibi da prediligere nei giorni che precedono e accompagnano il ciclo?

Via libera a vegetali a foglia verde (come spinaci, biete e carciofi), ma anche alla frutta secca e alle banane ricche di magnesio che incide positivamente sull’umore.

È bene cercare di integrare nella dieta anche pasta, pane, riso e patate perché aiutano a compensare i cali fisiologici di zucchero e forniscono serotonina limitando così possibili attacchi di fame.

sintomi premestruali

Importante, inoltre, è apportare all’organismo la vitamina B6 e la piridossina che incidono positivamente sul mal di testa, ma anche sulla ritenzione idrica, la tensione mammaria e la nausea. Questi elementi si possono trovare nei cavoli, nei broccoli, nei cavolini di Bruxelles, nei legumi e nei cereali integrali.

I semi di lino, il salmone e il pesce azzurro sono ricchi di grassi omega 3 che aiutano a contrastare i crampi all'utero. Si può cercare di sedare le contrazioni addominali anche assumendo calcio attraverso il latte e lo yogurt.

Per prevenire la comparsa di acne e foruncoli si possono consumare cibi ricchi di zinco quali germogli di soia, arachidi e nocciole.

Di contro, vanno banditi alcolici e superalcolici perché aumentano gli sbalzi d'umore. È bene, inoltre, cercare di limitare il consumo di formaggi stagionati, salumi e prodotti confezionati che contengono glutammato di sodio che favorisce anch'esso la ritenzione idrica.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI