Come curare la cervicale (seconda parte)

Guida Guida

Come intervenire in caso di dolore cervicale e come prevenirlo? Ecco alcuni consigli utili per curare la cervicalgia

L’estate è il momento peggiore per chi soffre di dolore cervicale in quanto l’umidità, i colpi d’aria, i capelli bagnati possono riaccendere il dolore. Come intervenire?

La cervicale può essere curata con farmaci ma anche con la fisioterapia, le terapie manuali e la ginnastica posturale

Per quanto riguarda i farmaci:

  • sono indicati gli antinfiammatori e i miorilassanti che tendono ad allungare la fibra muscolare e a renderla più elastica
  • questi farmaci possono essere assunti per via orale o per via intramuscolare (da preferire perché non transitano attraverso lo stomaco e non causano, quindi, lesioni gastriche)

Il laser e la tecarterapia si avvalgono di apparecchiature in grado di decontrarre il muscolo e sciogliere le tensioni profonde mentre le terapie manuali (massaggi) per decontrarre i muscoli possono apportare benefici ma andrebbero eseguite da mani esperte.

Esistono anche esercizi posturali che permettono di ridonare equilibrio riducendo lo schiacciamento tra i vari corpi vertebrali.  Se la cervicalgia è dovuta invece ad uno stato di tensione emotiva, sono benefici anche quei trattamenti e attività fisiche che inducono il rilassamento come ad esempio lo yoga.

Le cose da fare per prevenire il dolore cervicale sono:

  • se si passano molte ore seduti alla scrivania o davanti al pc, è bene tenere la testa in posizione verticale: il collo deve restare il più possibile dritto, quindi adeguate l’altezza della sedia a quella del piano del tavolo o dello schermo
  • Per prevenire tensioni muscolari e dolori, fa bene eseguire ogni tanto movimenti di rotazione e di mobilizzazione
  • Per dormire bene non va usato né un cuscino troppo alto né uno troppo basso ma un guanciale che permetta di tenere il collo in posizione orizzontale. Ideale per chi soffre già di cervicale è il cuscino “a rotolo”  da mettere sotto la naturale curva del collo
  • Bisogna evitare le correnti d’aria, l’umidità e il freddo che come abbiamo detto nella prima parte di questa guida, sono le principali cause in estate di ricomparsa del dolore al collo
  • Evitare posture scorrette durante la guida o a lavoro
  • Evitare sovraccarichi articolari con pesi sbilanciati
  • Non lasciare il collo scoperto ma, specie se c’è vento, proteggerlo con foulard o sciarpe in cotone, lino o seta
  • Non asciugare i capelli all’aria ma usare il phon soprattutto per la testa e la nuca.

Leggete anche la prima parte della guida.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI