special

Il lato positivo

La rubrica di Elena Bernabè e Sandra Saporito per riuscire a guardare in una prospettiva diversa e arricchente anche le circostanze più complesse del nostro quotidiano.

Vai allo speciale
Psiche
Psiche

Osservare gli uccelli in volo: i meravigliosi insegnamenti di vita

Il birdwatching, sempre più diffuso in Italia, è un'attività calmante e rilassante: uno spettacolo naturale da cui è possibile trarre diversi insegnamenti.

Il birdwatching, sempre più diffuso in Italia, è un'attività calmante e rilassante: uno spettacolo naturale da cui è possibile trarre diversi insegnamenti.

Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell’infinito.
(Victor Hugo)

Si sta diffondendo sempre più in Italia il birdwatching, l’osservazione degli uccelli liberi in natura. È un’attività sorprendentemente semplice, da attuare in qualsiasi luogo e in ogni stagione, anche comodamente in casa propria dalla finestra del nostro salotto. C’è chi la pratica ad occhio nudo e chi invece preferisce munirsi di binocolo e macchina fotografica. In ogni caso osservare gli uccelli in volo collega l’uomo con la natura, calma gli animi e rilassa.

Fortunatamente il cielo è un pezzetto di mondo naturale accessibile a tutti e gli uccelli in volo ci donano un incredibile spettacolo quotidiano, accompagnato da tante lezioni di vita.

Gli uccelli volano per la gioia di stare nell’aria. Viaggiano nello spazio senza possederlo, senza chiedere permessi. Tracciano curve dove altri farebbero linee rette. E di tanto in tanto si fermano su un ramo, cinguettando come poeti.
(Fabrizio Caramagna)

I benefici del birdwatching

C’è chi si appassiona così tanto all’osservazione degli uccelli in volo da volerne conoscere in modo più approfondito le tipologie, gli habitat, le caratteristiche principali. E chi, invece, non è interessato alla loro conoscenza scientifica, ma si fa trasportare dalle emozioni che suscita la semplice loro osservazione. Una volta sperimentata questa piacevole e rilassante attività non se ne può più fare a meno e si sente l’esigenza di volerla ripetere in ogni stagione per coglierne le differenza e le somiglianze.

Alzare gli occhi al cielo e prendersi del tempo per guardare gli uccelli in volo è già di per sé un momento rilassante: la mente si libera, ci si fa trasportare dalla leggerezza del loro volare, ci si incuriosisce riguardo ai loro comportamenti, giungono domande sulla vita, possono nascere intuizioni, idee, nuove prospettive di pensiero. La natura, si sa, è maestra di vita e basta darle attenzione per far smuovere tutta la nostra interiorità.

Siate come l’uccello posato per un attimo su rami troppo fragili, che sente la fronda piegarsi e canta, tuttavia, sapendo di avere le ali.
(Victor Hugo)

Trascorrere del tempo a osservare gli uccelli in volo è un’occasione preziosa per gustarsi lo spettacolo di un animale ancora libero, non influenzato, o almeno ancora molto poco, dall’azione dell’uomo. Questo essere libero e non facilmente addomesticabile ci riporta alla nostra natura più primitiva e ci mette in contatto con le parti di noi più arcaiche, spesso dimenticate o rifiutate.

Il birdwatching riesce, poi, a far entrare la lentezza e la pazienza nelle nostre vite. Gli uccelli, infatti, vivono seguendo i ritmi naturali, hanno i loro tempi di attesa e possono trascorrere anche un’ora ad osservare qualche angolo della natura. Questo loro modo di porsi nei confronti del tempo ha la capacità di calmare la nostra mente, di rilassare il nostro corpo e di farci gustare il presente.

Sì, gli uccelli sono in possesso di un senso dell’onore e di un coraggio che l’uomo non possiede… L’uomo vive all’ombra di leggi e di consuetudini da lui stesso create e foggiate secondo le sue esigenze, mentre gli uccelli vivono secondo quella stessa Legge Eterna di libertà che spinge la Terra a seguire la sua ampia orbita intorno al Sole.
(Khalil Gibran)

Insomma mettersi ad osservare il volo degli uccelli è un’abitudine tra le più rigeneranti e rilassanti. Sono spesso le cose più semplici a donarci i benefici più grandi. Provate, quindi, a trascorrere almeno un’ora a settimana, meglio al giorno, a fare birdwatching e cercate di scoprire cosa smuove nella vostra interiorità, quali benefici produce sul vostro corpo, che pensieri vi suscita.

Tu puoi conoscere il nome di un uccello in tutte le lingue del mondo, e quando avrai finito, non saprai assolutamente nulla per quanto riguarda quell’uccello… Allora guardiamo l’uccello e vediamo cosa sta facendo – questo è ciò che conta. Ho imparato molto presto la differenza tra il conoscere il nome di qualcosa e conoscere quel qualcosa.
(Richard Feynman)