Mandala: cos'è e perché fa bene alla salute

Guida Guida

Il mandala è un metodo orientale che permette di allontanare stress e tensioni. Focalizzarsi su un’immagine, disegnarla e colorarla, infatti, apporta molteplici benefici all’organismo. 

Il mandala è un metodo orientale per rilassarsi e contrastare l’ansia. Il termine tibetano dkyil khor letteralmente significa cerchio e fa riferimento ad una figura di base alla quale se ne associano altre di forma geometrica.

Questa tecnica prevede di colorare degli appositi disegni così da favorire il relax. L’atto pratico del dipingere, infatti, ha lo scopo di favorire la concentrazione, alleviare le tensioni, ridurre lo stress e lo stato ansioso.

Mandala: che cos’è

Colorare è una sorta di meditazione: abbandonarsi ad un gesto pratico, fine a se stesso, permette di ottenere benessere psicofisico. Tuttavia, il mandala deve essere eseguito seguendo un determinato iter, ovvero colorando il disegno dal centro verso l’esterno.

In commercio si possono trovare degli appositi libri prestampati, ma si può anche scaricare delle immagini da internet o creare da soli la propria figura. La cosa fondamentale è partire dal centro per poi sviluppare ed articolare il disegno.

pastelli

Mandala: benefici

I benefici psicofisici apportati da questo metodo orientale sono davvero molteplici. Colorando abitualmente si migliora la propria capacità di risolvere i problemi, si favorisce il rilassamento, la creatività e si agevola la meditazione.

La mente, inoltre, si distoglie dalle preoccupazioni, si riduce l’ansia e di conseguenza viene gestito meglio anche lo stress.

E non è tutto. Il mandala è una tecnica che aiuta ad alleviare le tensioni muscolari, rallentando la respirazione ed il battito cardiaco. Questo gesto rituale, inoltre, permette di allontanare pensieri negativi rigenerando la mente.

Mandala: cosa fare

È importante dedicarsi a questa attività da soli, praticandola con continuità. Per prima cosa, si deve scegliere (o creare) un disegno che ispiri tranquillità, selezionando attentamente anche i colori da utilizzare (pastelli, tempera, pennarelli).

Questa tecnica deve essere pratica in un luogo tranquillo, lontano da possibili fonti di distrazioni (quali, ad esempio, un telefono o la televisione). Infine, è bene tenere presente che il mandala deve essere disegnato, creato o colorato d’istinto, senza pensarci troppo e dando libero sfogo alla creatività interiore.

Foto apertura: snezh © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI