Pillole anticoncezionali: 5 cose da sapere prima di prenderle

Guida Guida

Le pillole anticoncezionali aumentano il cancro? E fanno ingrassare? Scopri le risposte a queste e ad altre domande!

Le pillole anticoncezionali rappresentano un metodo contraccettivo apprezzato da molte donne. A svelarlo sono indagini come quella condotta in Italia da Doxa Advice su un gruppo di circa 1.000 donne di età compresa tra i 18 e i 50 anni: il 78,3% delle intervistate ha dichiarato di essere favorevole al suo utilizzo.

Le pillole anticoncezionali permettono di controllare efficacemente la propria fertilità

Quando si decide di prenderle è però importante sapere delle cose, prima fra tutte che nessuna pillola protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili e che per evitare delle infezioni è necessario utilizzare il preservativo.

Oltre a “contro” come questo, le pillole anticoncezionali portano però con loro anche diversi “pro” spesso mascherati da timori diffusi - ma tavolta ingiustificati - sui loro possibili effetti collaterali. Ecco 5 diffuse convinzioni che potrebbero essere errate; a spiegare come stanno realmente le cose è la SIC, la Società italiana della contraccezione.

  1. La pillola fa ingrassare. In realtà basta scegliere quella giusta per non ritrovarsi alle prese né con l'accumulo di tessuto adiposo né con la ritenzione idrica che può far aumentare di peso aumentando i liquidi trattenuti dall'organismo. Confrontarsi con il proprio medico, chiedendo consiglio sulle diverse opzioni a disposizione, permette di far venire meno questo possibile effetto collaterale.
  2. La pillola spegne il desiderio. Anche in questo caso tutto dipende dalla scelta che viene fatta: in alcuni casi le pillole possono addirittura migliorare la vita sessuale! Basta pensare alle preoccupazioni per una gravidanza indesiderate, che possono essere letteralmente annullate (permettendo così di vivere più liberamente la propria sessualità) proprio scegliendo una di queste soluzioni contraccettive. Un altro esempio? Alcuni ingredienti della pillola possono aiutare a combattere la secchezza vaginale, migliorando di conseguenza la vita sessuale di chi soffre di questo problema.
  3. La pillola può ridurre la fertilità. Non è assolutamente vero: per tornare fertili tanto quanto prima di iniziare l'assunzione della pillola è sufficiente interromperla.
  4. La pillola aumento il rischio di trombosi venosa. Il rischio c'è, ma è basso e dipende, anche in questo caso, dal tipo di principi attivi scelti. Sembra infatti che le pillole a base di estradiolo siano associate a un pericolo molto più limitato; più in generale, ad entrare in gioco sembrano essere sia i dosaggi di estrogeni che dal tipo di progestinico presenti nella pillola. Possono però esserci delle controindicazioni: la predisposizione alla trombosi venosa, una storia di trombosi in famiglia e soffrire di disturbi della coagulazione. Parlarne con il proprio medico permetterà di fare la scelta migliore in termini di rapporto costo/benefici.
  5. La pillola fa venire il cancro. In realtà può esercitare un effetto protettivo; studi scientifici hanno ad esempio dimostrato che l'uso della pillola è associato a una minore probabilità di sviluppare un tumore del colon retto, dell'endometrio e dell'ovaio. Anche in questo caso è importante fare un corretto bilancio tra rischi e benefici insieme al proprio medico: a conti fatti si potrebbe scoprire che vale la pena di prenderla.

>>>> LEGGI ANCHE
Come scegliere la pillola in base alle esigenze
Si può prendere la pillola senza prescrizione medica?
Come scegliere la contraccezione ormonale: la pillola

Foto: © puhhha – Fotolia.com
Fonti: SIC; Università di Aberdeen  

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI