Dermatiti ed eczemi: come riconoscerli e curarli con i rimedi naturali

Guida Guida

I problemi relativi alla pelle sono molti: le dermatiti e gli eczemi sono tra i più comuni. Ecco come riconoscerli e come curarli. 

I problemi relativi alla pelle sono molti: le dermatiti e gli eczemi sono tra i più comuni. Ecco come riconoscerli e come curarli. 

Le dermatiti e gli eczemi sono disturbi molto fastidiosi che spesso incidono anche sulla qualità della vita di chi ne soffre. Riconoscere l’esatta tipologia della patologia permette di individuare la cura più indicata limitando anche la possibilità che insorgano ulteriori complicazioni.

Cos'è l'eczema e come si riconosce?

L’eczema costituisce quasi la metà di tutti i problemi dermatologici. Questo disturbo non è contagioso ed è caratterizzato dalla comparsa locale o diffusa di arrossamenti e vescicole sierose che, quando si rompono, lasciano delle antiestetiche e fastidiose crosticine sulla pelle. Colpisce principalmente il viso, il collo, le ascelle, l’inguine, i gomiti, le mani e talvolta le braccia.

Cos'è la dermatite e come si riconosce?

Le dermatiti, invece, sono un insieme eterogeneo di malattie infiammatorie cutanee che comportano prurito, eritemi, vesciche e croste. Possono essere di varie tipologie: da contatto, atopiche, seborroiche, fototossiche, xerotiche, venose, erpetiformi e disidrosiche.

dermatite

Foto: chabkc / 123RF Archivio Fotografico

Come prevenire e curare dermatiti ed eczemi

La prevenzione gioca un ruolo molto importante nel ridurre il rischio di contrarre le malattie della pelle. È importante acquistare prodotti cosmetici certificati, ipoallergenici e di comprovata qualità. Per la pulizia quotidiana, per esempio, sono consigliati detergenti non aggressivi, è bene indossare vestiti in fibra naturale e controllare sempre la provenienza degli alimenti che si consumano abitualmente.

Per lenire i disturbi causati da eczemi e dermatiti, in accordo con il proprio medico, talvolta può essere utile ricorrere all’utilizzo di rimedi naturali.

L’aloe vera, ad esempio, è un vero toccasana in caso di bruciore o arrossamenti, perché ha proprietà lenitive e calmanti. Il bicarbonato di sodio, inoltre, può essere aggiunto all’acqua della vasca o applicato come impacco quale antinfiammatorio naturale per la pelle.

Via libera anche all’aceto di mele che è un ottimo antibatterico e antifungino. Mescolato con acqua in parti uguali riduce rapidamente il prurito e contrasta anche la secchezza cutanea.

La camomilla è particolarmente nota per le sue proprietà calmanti e lenitive. Può essere assunta come tisana, ma anche sotto forma di infuso da applicare come impacco sulla pelle tramite un panno umido.

Infine, il consumo abituale di Vitamina C aiuta a ridurre i rischi d’insorgenza di allergie cutanee. Ne bastano 1000 mg al giorno per apportare benefici alla pelle che così sarà nutrita e rigenerata.

Foto: tharakorn / 123RF Archivio Fotografico

Salute e benessere
SEGUICI