Fit Tips
Fit Tips

Tavola propriocettiva (o balance board): gli esercizi e le migliori da comprare

Migliora l’equilibrio e ci permette di ottenere il controllo sulla postura. Scopriamo tutti i benefici di questo attrezzo.

Migliora l’equilibrio e ci permette di ottenere il controllo sulla postura. Scopriamo tutti i benefici di questo attrezzo.

Se avete sentito parlare di propriocezione, probabilmente conoscete già l’importanza e tutti i benefici della tavola propriocettiva, conosciuta anche come balance board. In caso contrario vi spieghiamo noi come e perché utilizzarla.

Una premessa, però, è doverosa: non occorre essere uno sportivo per iniziare a utilizzare una tavola propriocettiva. Il motivo è presto detto: ci consente di allenare la propriocezione e di avere così una maggiore consapevolezza del nostro corpo.

I benefici sono tantissimi: imparare a coordinare i movimenti, stabilizzare l’equilibrio e migliorare la postura. E tutto questo si ottiene con un semplice attrezzo, la balance board, appunto. Scopriamo insieme come utilizzarla.

4 esercizi con la tavola propriocettiva o balance board

Per tutte le persone che vogliono iniziare a lavorare con la tavola propriocettiva, e che cercano quindi esercizi per posturali, per migliorare l’equilibrio e per tonificare, abbiamo selezionato tre allenamenti relativamente facili per chi si trova al punto di partenza.

Grazie all’utilizzo della balance board, si migliora la stabilità personale, si rinforza la muscolatura e, ancora, si rinforzano le articolazioni prevenendo infortuni futuri come, per esempio, la distorsione della caviglia.

Gli sportivi, infatti fanno degli esercizi propriocettivi, un vero e proprio must per ottenere un controllo completo della muscolatura. Il motivo è facilmente intuibile. Tuttavia questi possono essere eseguiti anche da chi ha una vita più sedentaria, per ricavarne i medesimi benefici.

Scopriamo insieme tre semplici esercizi da praticare con la tavola, rotonda o rettangolare, per iniziare ad allenare la propriocezione.

Esercizio da seduta

Il primo esercizio, che è anche quello più relativamente semplice, si esegue da seduti. Questo ci permetterà di prendere confidenza con il nuovo attrezzo e di poter eseguire i successivi esercizi con più facilità.

In questo caso, da sedute, lavoriamo prima con un piede e poi con l’altro scaricando totalmente tutto peso sull’arto. Oscilliamo lentamente prima a destra e poi a sinistra, e poi ruotiamo il piede in senso orario e antiorario.

Flessioni

Se vogliamo rendere le cose più difficili, e allenare anche gli arti superiori, allora possiamo eseguire l'esercizio anche poggiando le mani sulla tavola. Eseguirlo è piuttosto semplice, rimanere stabili un po' meno.

L'esercizio si esegue assumendo la posizione tipica delle flessioni e rimanendo in equilibrio per almeno 20 secondi. 

Affondi

Se l’esercizio di prima vi è sembrato una passeggiata, con questo iniziamo a fare sul serio. Mettendoci in posizione frontale davanti alla tavola propriocettiva, iniziamo quindi a eseguire degli affondi.

Questo esercizio è ancora da considerarsi di facile entità, dato che possiamo sempre contare sulla gambe che resta a terra per non perdere l’equilibrio, ma è molto utile per iniziare ad allenare la stabilità.

Squat sulla tavola propriocettiva

L’ultimo esercizio della nostra selezione è quello forse più difficile da eseguire, ma è quello che ci permette di allenare al meglio la propriocezione e iniziare a ottenere i relativi benefici. In questo caso dobbiamo salire sulla tavola con entrambi i piedi e assumere la classica posizione degli squat. Per aumentare la difficoltà possiamo eseguirlo sulla tavola rotonda, in caso contrario ci serviremo di quella rettandolare.

È il momento di mantenere l’equilibrio per almeno 20 o 30 secondi: non scoraggiatevi se non riuscite a farlo, tornate nella posizione di inizio e riprovateci. Continuate a esercitarvi tutti i giorni per ottenere i migliori benefici nel breve periodo.

Tavola propriocettiva

Tavola propriocettiva: quale balance board scegliere

Come abbiamo già detto la tavola propriocettiva è uno strumento davvero fondamentale per la nostra quotidianità. Non solo, quindi, per gli allenamenti e le sessioni sportive, ma anche per migliorare la postura e, in generale, la nostra qualità di vita.

Se siete curiose di provare questi allenamenti, allora, è il momento di comprare l’attrezzo giusto. Per fortuna sul mercato ce ne sono tantissimi, e questo ci consente di acquistare quello che più risponde alle nostre esigenze.

Grazie a questi attrezzi possiamo lavorare sulla propriocezione e allenarla. Oltre alla tavola di cui abbiamo parlato, che può avere forma rettangolare e rotonda, c’è il bosu, uno degli attrezzi più utilizzati insieme alla fitball.

Per eseguire i nostri esercizi, però, vi consigliamo di affidarvi alla tavola. Ecco quale scegliere.

Rettangolare con rullo

La tavola propriocettiva rettangolare è uno strumento di legno utilissimo per chi vuole allenare la propriocezione. Utilizzata inizialmente per gli esercizi posturali propriocettivi, anche a seguito di traumi o interventi, oggi è la preferita di tutti coloro che vogliono migliorare i movimento corporei nello spazio. È sicuramente la più consigliata per chi muove i primi passi nel settore e vuole provare a dilettarsi con gli esercizi propriocettivi anche a casa.

Tavoletta rotonda

Seppur molto simili a quella precedente, la tavola propriocettiva rotonda è sicuramente molto più difficile da utilizzare perché crea instabilità rispetto a quella rettangolare. Questa balance board è perfetta per chi già pratica gli esercizi propriocettivi ed è quindi pronto a passare allo step successivo.

Se invece volete iniziare subito gli allenamenti, con la tavola rotonda, allora potete scegliere un supporto, come una sedia o qualsiasi altro oggetto, che vi sia di aiuto a mantenere l'equilibrio almeno nei primi periodi.