Sex toys e salute: come e quali scegliere

Notizia Notizia

I sex toys possono far bene alla salute? Pare di sì. A patto che si faccia la scelta giusta.

A cura di My Secret Case

Negli ultimi mesi il binomio sex toyssalute si è fatto decisamente più ricorrente del solito. Da una parte perché si fa sempre più strada (per fortuna!) l’idea che i giocattoli per adulti possano contribuire a una sana e consapevole libidine, dall’altra perché con l’aumentare della diffusione dei sex toys aumentano l’attenzione e la preoccupazione per la qualità con cui sono realizzati (anche in questo caso, per fortuna).

Lo scorso anno era stata diffusa un’inchiesta svedese che rivelava che i sex toys sono più sicuri dei giocattoli per bambini: solo il 2% dei giocattoli erotici presi a campione conteneva sostanze vietate contro il 15% dei giocattoli per l’infanzia. Sospiro di sollievo. Ma in aprile 2018 Milena Gabanelli attraverso il suo Dataroom aveva puntato il dito contro le “plasticazze cinesi” con le quali sarebbero realizzati molti sex toys, potenzialmente molto nocive per la salute.

Ma allora: sex toys sì o sex toys no?

Sex toys sì, ma scelti in modo consapevole. Se è vero che è facile imbattersi in sex toys made in Cina di discutibile qualità, è altrettanto vero che bastano pochi accorgimenti per scegliere un prodotto piacevole e sicuro al 100%. Alla ricerca del sex toy perfetto? Leggete qui e fate la scelta giusta!

1. Attenzione ai materiali

Se il materiale più diffuso per la realizzazione di sex toys è il silicone medicale, un motivo ci sarà. Più di uno, in verità: il silicone di grado medicale non solo è piacevole al tatto, flessibile e indeformabile, ma è soprattutto totalmente sicuro. Utilizzato in ambito sanitario, il silicone è ipoallergenico, facile da pulire e quindi igienico, non poroso e compatibile con la pelle e le mucose.

Foto: bombardir© 123RF.com

Garantiti sono anche acciaio e vetro (e per le più green anche legno e pietra), per le stesse caratteristiche. Scegliere un sex toy realizzato in questi materiali vi terrà al riparo da rischi, sia nell’immediato che nel lontano futuro.

2. Stop agli ftalati

Silicone, vetro e acciaio sono sicuri anche perché non contengono ftalati. Cosa sono? Gli ftalati sono plastificanti utilizzati a livello industriale per migliorare la flessibilità di alcuni materiali, come il PVC, il TPE e il jelly, il materiale gelatinoso e trasparente tanto amato da alcune ma tanto demonizzato. Gli ftalati, in grandi concentrazioni o in caso di ripetuta esposizione, possono agire come interferenti endocrini, con ripercussioni per esempio sulla fertilità e sulla salute non solo dell’utilizzatore, ma anche dell’eventuale prole. Piuttosto inquietante, no? Per tutelare la propria salute e quella delle generazioni a venire, però, basta assicurarsi che sulla confezione del sex toy sia riportata la dicitura “senza ftalati”. E, assolutamente, il bollino (originale!) del marchio CE.

3. Prezzo alto e provenienza = garanzia di qualità?

Chi più spende meno spende, recita un antico adagio. Vale anche per i sex toys? Nì. Sicuramente affidarsi a brand leader del settore, come LELO e Fun Factory (solo per citarne un paio), equivale a scegliere prodotti di qualità sia per quanto riguarda i materiali sia per quanto riguarda l’affidabilità “tecnologica”. Ma è pur vero che è possibile trovare moltissimi giocattoli erotici di buona qualità e rispettosi non solo della salute, ma anche del portafogli. Anche provenienti dal temutissimo Oriente. L’importante, come visto in precedenza, è prestare attenzione alle caratteristiche del singolo prodotto e, magari, perdere qualche minuto alla ricerca di recensioni di altri utenti.

Foto: Georgy Kopytin© 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI