Perché le donne over 50 vanno con i gigolò?

Notizia Notizia

Luca Borromeo, gigolò di professione, ci ha parlato della sua esperienza con le donne over 50. Siete curiose di sapere cosa ci ha rivelato? 

Ti potrebbero interessare

Chi è stato almeno una volta nella vita in vacanza alle Barbados sa che il turismo sessuale non è una prerogativa solo maschile, anche se se ne parla poco. Il tabù sulle donne che pagano un uomo per fare sesso dimostra ancora una volta che l’emancipazione femminile non è stata affatto raggiunta. Al giorno d’oggi, infatti, sono davvero poche le donne che possono permettersi il lusso di raccontare di essere andate a letto con un gigolò, o di averci avuto a che fare in qualche modo.

Le donne vengono ancora giudicate diversamente rispetto agli uomini, come se i loro impulsi sessuali fossero una bestia a tre teste che deve essere tenuta a bada a tutti i costi. Com’è noto, però, un gigolò è un professionista che oltre alla prestazione sessuale in sé, offre anche altri servizi. Da quello di accompagnatore a quello di autista, dal finto fidanzato per far ingelosire qualcuno all’interprete di personaggi.

Quali sono i motivi che spingono una donna che ha superato la cinquantina a cercare la compagnia di un gigolò? Il bisogno di ritrovare la spensieratezza di un tempo? Di sentirsi libera di vivere il sesso senza freni inibitori o il timore di essere giudicata? Molto spesso le donne over 50 che vanno con i gigolò hanno un divorzio doloroso alle spalle o sono rimaste sole per ragioni differenti. Hanno il cuore a pezzi e non sempre quello che vogliono è una notte di passione, per sentirsi ancora belle e desiderate. Per ricevere attenzioni.

Spesso, quello di cui hanno bisogno è solo di trascorrere una bella serata. Di stare bene e svegliarsi il giorno dopo senza dover pensare alle conseguenze. Per una volta, nella loro vita, vogliono scegliere e non essere scelte.

Abbiamo intervistato Luca Borromeo, gigolò di professione, con il quale abbiamo cercato di esplorare insieme quali sono i motivi principali che portano le donne over 50 a richiedere i suoi servizi. Ne emerge un quadro eterogeneo di bisogni, desideri, sentimenti, ognuno con la sua dignità, ognuno accompagnato dalla libertà di essere padrone della propria vita e delle proprie scelte.

1. Cosa spinge una donna che ha superato i cinquant'anni a cercare la compagnia di un gigolò?

Le donne over 50 che ho conosciuto sono tutte diverse tra loro. Ognuna ha una sua storia, un suo mondo da scoprire, un desiderio specifico da soddisfare. Spesso si tratta di donne sposate, bisognose di quelle attenzioni che non ricevono più da parte del marito e dell'intimità che non riescono più a vivere in coppia. Queste donne preferiscono colmare il loro vuoto affettivo con me, visto che garantisco assenza di complicazioni sentimentali, piuttosto che troncare un matrimonio consolidato da anni, da interessi economici, rapporti sociali, patrimoni, figli, nipoti… Mi capita anche di ricevere richieste da parte di signore, singole per scelta, che ogni tanto cercano un uomo con cui divertirsi senza impegno, quando lo vogliono e finché ne hanno voglia.

2. Quali sono i servizi maggiormente richiesti?

Le richieste sono molteplici e i miei servizi non si limitano solo al sesso. Nel caso di clienti over 50, la richiesta principale consiste nell'avere la mia compagnia per un pomeriggio, una serata oppure un viaggio, sia di breve sia di lunga durata, d’affari o di piacere.

3. Che ruolo gioca l'esperienza di una over 50 a letto? Sono donne più disinibite?

Senza dubbio lo sono! Anche se non vogliono vantarsene perché a loro piace che sia io a prendere l’iniziativa, in quanto desiderano che dimostri di essere all'altezza delle loro aspettative. Di certo, si sentono a proprio agio a letto con me perché sanno che così possono infrangere qualsiasi inibizione, all'insegna della massima discrezione e della più assoluta complicità.

4. Vogliono dominare o vogliono essere dominate?

Insomma, di certo la loro volontà di voler infrangere i loro tabù le porta a ricoprire entrambi i ruoli. Anche se io so che alla fine chi paga detta le regole del gioco.

5. Quando hai a che fare con una donna over 50, percepisci solitudine e la ricerca di calore umano, o il bisogno di divertirsi, di sperimentare ancora, di sentire meno il trascorrere del tempo?

Io non stabilirei la condizione di chi si rivolge a me in maniera definitiva. Spesso chi mi chiama lo fa in un momento particolare della sua vita... non avverto la solitudine o la voglia di sentirsi giovani da parte di clienti over 50, piuttosto percepisco l’orgoglio di avere raggiunto una certa solidità sociale, economica e di potersi permettere quindi anche il genere di esperienza che io offro. Non per sopperire a un disagio, ma anche solo per curiosità poiché la figura di gigolò desta molto interesse e lascia spazio alla fantasia.

6. Qual è stata la richiesta più strana che hai ricevuto nel corso degli anni da una donna over 50?

Qualche mese fa una mia cliente mi ha fatto i complimenti per il mio ultimo servizio fotografico, e in particolare alle immagini in cui monto completamente nudo e senza sella a cavallo (per l’esattezza uno stallone bruno). Mi ha chiesto se era possibile portarla al maneggio in cui io avevo posato per lo shooting a vedere dal vivo quell’animale perché lei che in passato aveva frequentato l’ambiente dell’ippica e aveva maturato la fantasia, sempre inconfessata, di provocare l’eiaculazione al cavallo con una sega. Io purtroppo non ho potuto assecondare la sua richiesta perché l’esperienza avrebbe potuto comportare dei rischi non sapendo come avrebbe reagito il cavallo.

7. Ti capita mai di stare semplicemente ad ascoltarle?

Sì, mi capita che alcune mi vengano a trovare e mi parlino della loro esperienza di coppia. Ci sono addirittura quelle che informano il marito e si fanno accompagnare a casa mia da lui.

8. Sono donne che si sentono sicure in quello che fanno? Cosa le fa sentire ancora vive? Cosa scatena il loro desiderio?

Eccome se si sentono sicure e vive! Se si sentissero depresse, il bisogno di compagnia e d'intimità sarebbe l’ultimo dei loro pensieri. Anzi, io devo sempre sperare che il buon umore e l’allegria pervadano la nostra società perché la leggerezza aiuta a vivere meglio e a maturare il bisogno di compagnia, anche a pagamento. Quanto a ciò che scatena in loro il desiderio, a volte basta anche solo parlare un po’ al telefono con me per sentirsi stimolate nelle loro fantasie. So che potrebbe sembrare una risposta superficiale, da “gigolò”, ma mi è capitato spesso che delle donne indecise o semplicemente curiose e piuttosto imbarazzante, sentendosi immediatamente a loro agio con me al telefono, mi chiedessero da lì a poco dopo di conoscermi.

9. Pensi che sia più facile che si crei una dipendenza tra una donna over 50 e un gigolò?

La possibilità che una mia cliente possa maturare una dipendenza verso di me è maggiormente diffusa tra le donne under 50, sia sposate sia singole. Le over 50 sanno cosa vogliono e sono soddisfatte della loro vita, hanno raggiunto una solidità familiare o, se single, un loro equilibrio. Non mi contattano, perciò, in un momento di debolezza dovuta, per esempio, a delusioni amorose o a crisi di coppia che ti portano anche a mettere in discussione la tua autostima e a generare dipendenza, appunto, verso chi ti dà sollievo, alla stregua di una medicina o di una droga. Tra me e le over 50, pertanto, si crea un rapporto di stima reciproca e non di dipendenza.

10. Ti sei mai invaghito di una di loro o viceversa?

Penso che la possibilità d'invaghirsi di una mia cliente, anche over 50, possa essere uno stimolo a dare il meglio nel caso in cui lei intendesse fissare altri appuntamenti. Appassionarsi a una persona, a mio parere, non sempre coincide con l’innamorarsi, ma se si trattasse d’innamoramento, io che sono un professionista e non un improvvisato avventuriero, non lo farei trasparire.

>>>LEGGI ANCHE: Intervista a Roy Gigolò: «Le donne cercano poesia»

SEGUICI