Come gestire un partner irascibile

Guida Guida

Che fare se lui ha un vero caratteraccio? Se il partner è irascibile, e si arrabbia per nulla, scopri come tenerlo a bada.

Che fare se lui ha un vero caratteraccio? Se il partner è irascibile, e si arrabbia per nulla, scopri come tenerlo a bada.

L'amore spesso va oltre certe sfumature di carattere che però, quando vanno a intaccare un rapporto, diventano un problema. Se il tuo partner è irascibile, se è una persona nervosa, se si arrabbia per niente è importante imparare a gestire in modo adeguato questa componente caratteriale. Un marito nervoso e aggressivo, infatti, può arrivare a far traballare le fondamenta di un amore e di un rapporto che, magari, ha alle spalle magari molti anni.

Partner irascibile? Ecco come gestirlo

Non devi fartene una ragione: se il tuo partner è irascibile bisogna andare a capire qual è l'origine del problema, soprattutto se abbiamo notato un cambiamento nel suo carattere. L'irascibilità, spesso, non è infatti una componente caratteriale: non si è irascibili per natura, perciò occorre scoprire la ragione di questo atteggiamento.

Capire cosa rende nervoso e irascibile il tuo partner, quindi, è fondamentale: prova ad osservarlo per capire se l'irascibilità possa essere una reazione a situazioni (o persone) che creano disagio e che pertanto vengono affrontate con una risposta aggressiva. Osserva il tuo lui, cerca di capire che cosa e quali situazioni provocano questo sfogo.

Cerca di comunicare col tuo partner. Parla della sua irascibilità, ma nel modo giusto: non basta guardare una persona negli occhi chiedendogli perché. Si rischia solo di ottenere una reazione aggressiva con scopo difensivo.

Usa il tatto, in tutti i sensi: siediti vicino a lui, fagli sentire tranquillità e protezione anche fisica, ad esempio tenendogli una mano o accarezzandogli un braccio mentre gli parli. Così sarà più facile per lui lasciarsi andare.

Partner irascibile e aggressivo

Foto bowie15 © 123RF.com

Partner irascibile e aggressivo: non devi sopportarlo per forza

va bene venire in contro ad una persona che ha bisogno di aiuto e conforto, ma a tutto c'è un limite. Non "sopportare" oltre le tue capacità, poniti dei limiti oltre i quali non andare.

Tira fuori il carattere: solitamente chi tende a sfogare la propria rabbia in sfoghi aggressivi, lo fa perché ha davanti a sè una persona più debole, che gli permette di farlo.

Polso fermo quindi, e capacità di contrastare l'altro: non serve alzare la voce o fare scenate plateali; basta rispondere in modo fermo e deciso, facendosi valere e riportando l'altro alla realtà facendogli capire che il suo comportamento è errato.

Per placare la rabbia di chi è irascibile, rifiuta il confronto finché i toni non rientrano nella normalità. Non dare troppa attenzione a queste manifestazioni è un ottima strategia per far sì che si plachino.

Ricorda, però, di non fargliela pagare: non cercare di vendicarti di queste esternazioni tenendo il muso o evitando delle attenzioni, anche sessuali, nei suoi confronti. Ciò può solo peggiorare le cose, creando una rottura all'interno del rapporto.

Se l'irascibilità del partner si trasforma in violenza: chiedi aiuto

Un importante raccomandazione: fai attenzione ai suoi comportamenti. se l'essere irascibili si limita a reazioni nervose, a sfoghi da persona infastidita, va bene.

Se l'irascibilità dovesse sfociare, invece, in insulti verbali, violenza psicologica o comportamenti fisicamente aggressivi nei tuoi confronti è sempre bene prendere provvedimenti seri chiedendo l'aiuto di un esperto, denunciando l'accaduto e prendendo le distanze dalla questa persona.

Foto di apertura Olena Yakobchuk © 123RF.com
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI