Acquisto di cosmetici: 5 trucchi per una scelta mirata e consapevole

Cosmetici? Si grazie! Vediamo 5 trucchi semplici ed efficaci per acquistare cosmetici naturali mirati ed efficaci. 

Cosmetici? Si grazie! Vediamo 5 trucchi semplici ed efficaci per acquistare cosmetici naturali mirati ed efficaci. 

Basta poco per fare la scelta giusta, anche di fronte agli scaffali dei negozi che presentano centinaia di prodotti dalle caratteristiche più svariate.

Acquistare cosmetici senza pentirsene: 5 trucchi

Per prima cosa bisogna sapere che le etichette dei prodotti cosmetici, oltre a contenere le informazioni relative al prodotto, presentano la lista degli ingredienti secondo la nomenclatura INCI. L’acronimo sta per International Nomenclature of Cosmetic Ingredients. Ecco i 5 trucchi per acquistare un cosmetico senza pentirsene.

Foto: Baiba Opule-123RF

1. Gli ingredienti cosmetici presenti sulla confezione del prodotto non sono inseriti in ordine casuale

Compaiono in ordine ponderale decrescente: solitamente il primo componente che leggiamo è “water”, poiché l’acqua è spesso l’ingrediente presente in maggior quantità. Tutti gli ingredienti presenti in formula devono comparire in etichetta ma, quando la loro concentrazione è inferiore all’1%, la loro posizione in elenco può essere scelta liberamente. Se per esempio la Vitamina E (indicata come Tocopherol, secondo la nomenclatura INCI) è presente allo 0,3 % potrà essere inserita nell’elenco prima di un conservante che invece rappresenta lo 0,9% del totale. 

Ma cosa significa prestare attenzione all’ordine degli ingredienti nei cosmetici? Banalmente, se desideriamo acquistare un siero all’acido ialuronico, è opportuno valutare dove questo ingrediente compare nella formula. Le aziende cosmetiche non sono tenute a precisare la concentrazione dei loro ingredienti, pertanto possiamo affidarci alla posizione dell’ingrediente nell’elenco. Un prodotto che presenta acido ialuronico in seconda posizione dopo l’acqua sarà più interessante di un prodotto che lo colloca nelle ultime posizioni.

2. Comprendere il linguaggio dell’INCI può sicuramente aiutare a riconoscere gli ingredienti di nostro interesse

Gli ingredienti di uso comune vengono registrati con un sostantivo solitamente latino, con cui vengono elencati sulla Farmacopea Europea. Le sostanze chimiche sintetiche invece vengono indicate con la lingua inglese. Per ultimi ricordiamo i derivati vegetali, che se non hanno subito ulteriori trattamenti in seguito all’estrazione presentano il nome botanico in latino. Questo è il motivo per cui l’Olio di Avocado può essere indicato in vari modi: Persea Gratissima Oil, Avocado Oil, Persea Americana.

3. Conoscere la propria pelle e gli ingredienti cosmetici migliori per trattarla

Può sembrare un trucco banale, ma non lo è affatto. Molto spesso le problematiche cutanee sono date dagli acquisti sbagliati. Ci sono ingredienti naturali perfetti per un tipo di pelle, inadatti per altri.
Facciamo un esempio: detergere la pelle con un gel a base di Aloe Vera o Tea Tree Oil è un ottimo rimedio per il trattamento della pelle grassa e oleosa. Questi due ingredienti cosmetici agiscono in sinergia per contrastare l’eccessiva produzione di sebo e le imperfezioni cutanee. Lo stesso prodotto utilizzato su chi presenta una pelle secca può avere l’effetto opposto: la consistenza del gel tende a seccare il viso e questo non va assolutamente bene per una pelle secca che invece deve essere idratata e nutrita con un prodotto a base di oli e burri.

4. La qualità non ha prezzo

Si è soliti pensare che spendere tanto sia sinonimo di ottima qualità, ma non è così, specialmente nei prodotti cosmetici! Controllare la lista degli ingredienti è fondamentale, per capire realmente cosa stiamo acquistando. Troppo spesso ci facciamo influenzare dal packaging del prodotto e dalla pubblicità che vediamo su riviste e in TV. Prima di completare l’acquisto però dobbiamo controllare se stiamo pagando per il contenuto o per la forma. Un giusto compromesso sarebbe la soluzione ideale.

5. Controllare il PAO, ovvero il “Period After Opening”

E’ facilmente individuabile sul prodotto ed è rappresentato da un piccolo disegno di un barattolo aperto con un numero e la lettera M, che indica i mesi. 6M significa che dall’apertura quel prodotto sarà valido per sei mesi. Naturalmente è un periodo indicativo, perché tutto dipende da come conserviamo il prodotto. Se esponiamo la nostra crema viso a sbalzi di temperatura molto frequentemente, oppure quando la utilizziamo non abbiamo le mani pulite, può capitare che la crema si conservi meno del previsto. In ogni caso quando acquistiamo un prodotto leggere il PAO ci aiuta a capire se riusciremo o meno a utilizzarlo.
Facciamo un esempio: se siamo indecisi nell’acquistare una crema per le imperfezioni, ma siamo consapevoli che ci potrebbe servire non più di una volta al mese, il PAO può aiutarci nella decisione. Se infatti quel prodotto ha un PAO di 3 mesi possiamo facilmente intuire che saremo in grado di terminarlo con difficoltà.

Acquistare il cosmetico naturale perfetto non è facile, ma con semplici trucchi è sicuramente più intuitivo!

Foto apertura:Natalia Deriabina-123RF

Bellezza e stile
SEGUICI