Tipi di legno: guida dal meno al più pregiato

Guida Guida

Duro e resistente, il legno viene utilizzato da sempre come elemento di costruzione. Ma non tutti i tipi di legno sono uguali. Scopriamo di più!

Non è semplice stabilire quali sono i tipi di legno più pregiati perché, nel corso del tempo, quello che è considerato il materiale di costruzione per eccellenza ha subito cambiamenti di percezione legati alle aree geografiche e alle mode.

Si possono tuttavia individuare tipi di legno, ognuno con la proprie caratteristiche, che nella storia sono stati più usati e apprezzati di altri.

Tipi di legno: legni rustici

Nella costruzione di mobili si va dall’impiego di essenze di legno altamente pregiate come l’ebano a legni considerati più rustici, come quelli di conifera, perché largamente disponibili e di facile lavorabilità.

Tipi di legno: legni eccellenti

Sono considerati legni d’eccellenza il noce, il ciliegio e il rovere come pure l’acero e il frassino. Accanto a questi legni tipici delle aree europee si usano molto specie esotiche per la realizzazione di mobili di pregio come il mogano proveniente dal centro America o dall’Africa, ma anche il palissandro, il teak e soprattutto l’ebano.

Tipi di legno: legni duri e dolci

In base all’albero da cui vengono ottenuti i vari tipi di legno si distinguono in legni forti e duri, legni dolci, legni fini e duri. I legni forti e duri sono i legni appartenenti agli alberi di abete, quercia, frassino e platano

l legni dolci sono quelli ricavati dagli alberi di betulla, castagno e pioppo, mentre i legni fini e duri sono quelli di ciliegio, ebano, mogano, noce, olivo, palissandro e teak.

Vediamo ora più nel dettaglio le caratteristiche di alcuni dei legni più pregiati.

tavolo legno

 Foto: efetova / 123RF Archivio Fotografico

Ebano

L’ebano nero o Diospyros ebenum può essere considerato il legno più pregiato, la varietà più preziosa viene ricavata dagli alberi che crescono India, Ceylon, Malaysia e Indocina. Questo legno è duro e pesante tanto da non riuscire a galleggiare in acqua e si ricava dalla pianta quando ormai è molto vecchia.

Ciliegio

Il legno del ciliegio è un legno duro, di facile essiccazione, che si taglia e si lavora con facilità, consentendo di ottenere assi piuttosto lisce. Viene scelto per realizzare mobili di tutti i tipi perché resiste bene ai funghi ma purtroppo, attirando i tarli, necessita di trattamenti preventivi.

Quercia

Il legno di quercia è durevole e facilmente lavorabile infatti viene impiegato per realizzato mobili massicci e parquet. Risulta piuttosto refrattario ai trattamenti antitarlo per cui è soggetto all’aggressione di insetti.

Castagno

Il castagno è un legno molto apprezzato perché dotato di una buona resistenza agli agenti chimici e ai funghi. Si rivela un ottimo materiale da costruzione tanto da essere impiegato per la costruzione di barche e di strutture destinate a stare a contatto con l’acqua.

Foto: frenta / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI