Come coltivare i tulipani a casa: in vaso o in giardino

Diventati il fiore-simbolo dei Paesi Bassi, sono amati in tutto il mondo. Ecco i consigli da seguire, dall'interramento dei bulbi alla potatura... che non è necessaria.

Diventati il fiore-simbolo dei Paesi Bassi, sono amati in tutto il mondo. Ecco i consigli da seguire, dall'interramento dei bulbi alla potatura... che non è necessaria.
Ti potrebbero interessare

Originario delle montagne dell’Hindu Kush, il tulipano deve il suo nome alla parola tuca tülbent, che significa ‘turbante’: fu introdotto in Europa a metà del Cinquecento dal diplomatico fiammingo Ogier Ghislain de Busbecq, ambasciatore alla corte di Solimano il Magnifico, che ne spedì alcuni bulbi al botanico Carolus Clusius, responsabile dei giardini reali olandesi. Meno di un secolo dopo, questo fiore fu protagonista della prima bolla speculativa documentata della storia del capitalismo, scoppiata il 5 febbraio 1637 e passata alla storia come Tulipomania. Ma non siamo qui per parlare di finanza: ecco i consigli per la coltivazione di questa pianta meravigliosa, simbolo dei Paesi Bassi ma apprezzata in tutto il mondo.

Coltivare i tulipani: in giardino o in vaso? 

Il tulipano è una pianta facile da coltivare, perché non richiede molte cure. Questi ‘fiori olandesi’ possono stare sia in giardino che in vaso: l’importante è scegliere un posto soleggiato ma non ventoso, in modo da non far soffrire troppo gli steli, per quanto resilienti.

Quando (e come) piantare i bulbi

Per piantare i tulipani, o meglio i bulbi dei tulipani, occorre tenere a mente alcune misure: vanno interrati ad almeno cinque (meglio dieci) centimetri di profondità, a 10-15 centimetri di distanza l'uno dall'altro. Per poter ammirare la fioritura di primavera, occorre piantare i tulipani tra ottobre e novembre, prima delle grandi gelate invernali.

Quale terriccio scegliere per i tulipani?

I tulipani non amano i ristagni. Bisogna dunque piantarli in un terreno di tipo sabbioso, con una buona capacità di drenaggio. Per la coltivazione in vaso valgono le stesse indicazioni: prima di riempirlo con il terriccio, ricordate di porre sul fondo pietre e sassolini, così da evitare i ristagni d’acqua.

Foto: mammiya-pixabay.com

Come annaffiare i tulipani 

Per i tulipani piantati in giardino può bastare l’acqua piovana, a meno di non incappare in inverni con precipitazioni davvero scarse. I fiori coltivati in vaso necessitano invece di essere innaffiati due o tre volte a settimana, senza esagerare con la quantità (per i già citati ristagni). E sempre cercando di non bagnare stelo e foglie.

Come concimare i tulipani 

Il concime più indicato per i tulipani è quello per bulbose, che si può facilmente trovare in commercio. Quando concimarli? Durante la fioritura e nelle quattro settimane successive.

Esposizione al sole: dove posizionare i tulipani? 

I tulipani amano l’esposizione al sole: un aspetto da tenere a mente quando piantiamo questo fiore in giardino, sempre con l’accortezza di scegliere un posto riparato dal vento. Per quanto riguarda invece la coltivazione in vaso, va benissimo posizionarlo sul balcone.

La (bellissima) fioritura dei tulipani 

Tulipani gialli, rossi, rosa, viola, bianchi, etc: la fioritura dei tulipani, simbolo della bella stagione grazie ai loro colori accesi, è un vero spettacolo. Piantati in autunno, hanno in maggio il mese ideale per la fioritura, che comunque può arrivare anche un po’ prima. La fioritura, dicevamo: si conclude quanto le foglie si essiccano completamente e non occorre fare niente per ‘facilitare’ quella successiva. La pianta non ha bisogno di essere potata: è infatti sufficiente eliminare i fiori appassiti per poi vederla fiorire di nuovo. 

Foto apertura: josecostaros@pixabay.com

Casa e fai da te
SEGUICI