Canarino: tutto quello che c'è da sapere

Guida Guida

Simpatici e colorati, i canarini sono animali da compagnia molto amati: scopriamo tutto quello che ‘è da sapere su questo straordinario uccello. 

Allegro, socievole e colorato, il canarino è un uccello passeriforme della famiglia dei Fringillidi originario delle isole Canarie da cui trae il nome e di cui è diventata la mascotte ufficiale. Esistono molte specie di canarini che si differenziano per forma e colore del piumaggio: allevato per il bel canto, il canarino è un animale da compagnia molto diffuso ed apprezzato.

Come prendersi cura di un canarino

Se si desidera allevare un canarino domestico, occorre pensare a fornirgli un'adeguata sistemazione e una dieta appropriata. L'ideale è procurarsi una gabbia o una voliera di dimensioni tali da consentire al canarino uno spazio sufficiente per effettuare brevi voli, per saltellare da un paletto all'altro e in cui trovino posto un nido, una ciotola per il cibo e un beverino per l'acqua.

Anche la posizione della gabbia è importante: occorre tenerla riparata da correnti d'aria in un locale luminoso che possa proteggerlo tanto dal freddo invernale quanto dal caldo estivo.

Come riconoscere il sesso del canarino

Riconoscere il sesso di un canarino adulto è abbastanza facile grazie al dimorfismo sessuale, mentre nei soggetti giovani che non hanno ancora effettuato la muta, le differenze sono davvero impercettibili.

Nei canarini maschi il piumaggio presenta toni del giallo-verde più brillanti su testa, petto e parte superiore del ventre, invece più scuri su ali e coda. Nuca e guance sono invece grigie e la sottocoda è bianca.

Nelle femmine, invece, la livrea è simile a quella del maschio ma la colorazione gialla è quasi assente e i toni giallo-verdi sono molto più sbiaditi.

Foto: youlia20 / 123RF Archivio Fotografico

Cosa mangia il canarino

Il canarino è un animale granivoro, ciò significa che in natura si nutre di semi e granaglie che raccoglie dalle piante e dal suolo. Questa alimentazione viene poi integrata dalla cattura di piccoli insetti, bacche e frutti. In cattività il canarino deve avere a disposizione una una miscela di sementi di buona qualità, integrata con pastone a base di farinacei, uova, vitamine e minerali. Si può aggiungere alla dieta del canarino un po’ di frutta e di verdura ma sempre in piccole quantità.

LEGGI ANCHE 5 cibi da non dare ai canarini

Come capire (e cosa fare) quando il canarino sta male

Capire se un canarino sta male, è abbastanza intuitivo perché esistono segni di tipo fisico e comportamentale che indicano la presenza di un malessere. La presenza di scolo nasale e rigonfiamenti nella pelle, la perdita di peso, la rottura di piume e la comparsa di disturbi intestinali sono i segni più evidenti di una malattia.

Dal punto di vista comportamentale un canarino che sta male inizia a presentare ali abbassate, piume arruffate, movimenti limitati e una permanenza prolungata nel nido. Alle prime avvisagli di questi sintomi è opportuno consultare subito un veterinario.
 
LEGGI ANCHE Le 5 malattie del canarino più comuni

Foto semutgeni / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI