Cane che abbaia troppo: come farlo smettere

Guida Guida

È normale che un cane abbai ma se lo fa con insistenza significa che c’è un disagio fisico o psicologico che deve essere individuato.

Il cane si esprime attraverso il linguaggio del corpo e anche abbaiando: se però inizia ad abbaiare insistentemente, significa che c’è un motivo preciso.

Abbaiare per i cani è dunque un modo di comunicare fondamentale, ma se questo comportamento diventa compulsivo, al punto tale che Fido non smette mai di abbaiare, occorre cercare di capire il motivo.

Se non si è in grado di comprendere perché il proprio cane continua ad abbaiare occorre consultare un educatore cinofilo.

Il tuo cane abbaia in continuazione: perché?

Le ragioni per cui il tuo cane continua ad abbaiare possono essere diverse. I cani abbaiano per esprimersi e per far capire che necessitano di qualcosa, ad esempio possono avere semplicemente fame o sete oppure vogliono giocare o uscire in passeggiata.

Spesso è la paura, causata dall’assenza del padrone, a spingere un cane ad abbaiare: anche la frustrazione, la solitudine e la noia sono motivi che scatenano questo comportamento.

A volte il cane abbaia solo perché sta difendendo il proprio territorio oppure perché è alla ricerca di attenzioni o anche perché ha un disturbo fisico che gli provoca dolore.

Foto: K. Thalhofer © 123RF.com

Cane che abbaia di notte: come farlo smettere

Può capitare che il cane abbai durante la notte: per risolvere immediatamente il problema, occorre armarsi di pazienza ed evitare di sgridarlo perché sarebbe inutile e controproducente.

Piuttosto bisogna fare di tutto per calmarlo cercando di capire cosa gli sta capitando. Il più delle volte si scopre che i cani abbaiano di notte perché semplicemente si trovano da soli, al buio, in giardino e si sentono esclusi dalla vita familiare: in tal caso basta lasciarli entrare in casa e farli sentire al sicuro.

Cane che abbaia troppo: cosa dice la legge (se il vicino si lamenta)

Non si può negare: quando un cane che abbaia in continuazione, dà fastidio. Se poi il cane lo fa di notte, il problema è maggiore non solo perché non si riesce a dormire ma soprattutto perché si disturbano i vicini di casa che possono procedere con una denuncia per disturbo della quiete pubblica.

La denuncia può essere fatta contattando i carabinieri che aprono un fascicolo alla Procura della Repubblica: per il proprietario del cane c’è il rischio di una condanna penale per disturbo alla quiete pubblica.

Anche se la denuncia è fatta da una sola persona, è necessario che il rumore molesto sia riferito da un numero non esiguo di persone: solo così la denuncia può avere fondamento.

Tutti hanno diritto al riposo notturno e la legge cerca di tutelare tale diritto, ma in casi come questi viene ammesso un principio di tollerabilità: un giudice infatti può stabilire che, in base a fatti e testimonianze e anche a una perizia tecnica, il comportamento del cane è tollerabile.

Ovviamente il proprietario del cane deve dimostrare di aver tentato di tutto per risolvere il problema.

Foto apertura: Mikkel Bigandt © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI