Animali vaganti: cosa fare in caso di ritrovamento?

Guida Guida

Sai come comportarti se dovessi trovare un animale vagante per strada? Scopri qual è la giusta condotta da seguire in questi casi. 

Quando un animale, cane o gatto che sia, viene trovato vagante sul territorio pubblico senza il proprietario, come ci si deve comportare?

Un animale vagante può rappresentare una serie di di problemi di sicurezza pubblica ma anche di ordine sanitario e quindi occorre intervenire il prima possibile per metterlo in sicurezza.

Animali vaganti: cosa dice la legge

Per legge non è consentito lasciar vagare incustoditi gli animali domestici o gli animali selvatici tenuti in cattività: il proprietario è responsabile, sia penalmente che civilmente, dei danni che il suo animale può provocare, dunque se ne deve occupare custodendolo con cura.

Inoltre l’abbandono di animale, di qualsiasi specie, costituisce un reato e in base alla Legge 189/04 che ha riformato la prima parte dell’articolo 727 del Codice penale: chi abbandona un animale può essere sanzionato con l’arresto fino a un anno o con un’ammenda fino a 10.000 euro.

Animali vaganti: chi contattare

Molte persone pensano di dovere contattare delle associazioni animaliste in caso di rinvenimento di un animale vagante: certamente è un buon consiglio ma le associazioni non possono sostituire il servizio di pubblica utilità fornito dalle forze dell’ordine.

Quindi la prima cosa da fare è contattare i Vigili Urbani oppure i Servizi Veterinari della ASL di competenza o anche i Carabinieri che sono obbligati a intervenire dal regolamento di Polizia Veterinaria (n. 320/1954).

Nel nostro Paese l’unico animale vagante di cui la società può farsi carico è il cane che viene accalappiato e mandato in un canile sanitario.

Si procede quindi a rintracciarne il proprietario tramite lettura del microchip identificativo: nel caso non si riuscisse, il cane dopo un periodo di 10 giorni nel canile sanitario viene trasferito nel canile rifugio in attesa di adozione.

Per legge anche i gatti vanno curati e poi adottati o reinseriti nel proprio habitat di provenienza.

Per altri animali vaganti come bovini, equini, suini e piccoli ruminanti si deve risalire al proprietario a cui vengono restituiti e che viene sanzionato per mancata custodia.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI