Ogni quanto le gatte vanno in calore?

Domande Domande & Risposte

Il calore o estro è il periodo in cui le femmine dei gatti sono sessualmente ricettive e fertili: accoppiandosi con esemplari di sesso maschile rimangono incinte e dopo un periodo di sette settimane circa possono partorire da due a otto cuccioli.

I gatti, sia di sesso maschile che femminile, raggiungono la maturità sessuale intorno ai 6 mesi: alcune razze feline possono anticipare il calore a 4 mesi e altre ritardarlo fino a 18 mesi.

Le gatte, a partire dal primo estro che dura da uno a cinque giorni, possono definirsi sessualmente mature e dunque in grado di procreare.

Ogni quanto si verifica il calore nelle gatte?

Le gatte iniziano ad andare in estro all'inizio della stagione primaverile e fino all’autunno presentano periodi di calore che durano dai 3 ai 10 giorni con 2/3 giorni di pausa. Sono quindi soggette a un’alternanza di cicli di calore-non calore che prosegue per tutto l’anno ad eccezione dell’inverno.

Il periodo di fertilità si interrompe a causa delle rigide temperature e delle giornate più buie: per tale motivo il ciclo riproduttivo della gatta è definito “poliestrale stagionale a fotoperiodo lungo”, ovvero i cicli sessuali sono tanti e si susseguono nel periodo stagionale in cui le giornate sono più lunghe.

Poiché i periodi di fertilità da primavera ad autunno sono numerosi, è possibile che una gatta sia ancora fecondata due settimane dopo che ha partorito.

Come capire se la tua gatta è in calore

Il calore nella gatta è piuttosto evidente: durante questo periodo tende ad essere più affettuosa e si sfrega spesso contro le persone, i mobili e le pareti. Inoltre per attirare i maschi, la gatta in calore miagola insistentemente e si abbassa, alzando la coda e curvando la schiena, per lasciare intendere che è disposta all’accoppiamento.

CHIEDI A DEABYDAY
La riposta non ti soddisfa? Chiedi nuovamente a DeAbyDay
Chiedi
Animali e cuccioli
SEGUICI