Agglomerante, vegetale o profumata: la lettiera giusta per il tuo gatto

Guida Guida

I nostri amici gatti tengono tantissimo all'igiene e sono molto pignoli in fatto di lettiera: scopri la lettiera che potrebbe piacere al tuo gatto.

I gatti sono animali molto puliti e molto esigenti per quanto riguarda la lettiera, ecco perché sul mercato si trovano tanti tipi di lettiera da quella con copertura a quella che ne è priva, da quella con materiale agglomerante a quella completamente vegetale.

Poiché è difficile individuare subito qual è il tipo di lettiera preferita dal proprio micio, conviene effettuare diverse prove prima di trovare quella che il gatto accetterà più volentieri.

Lettiera agglomerante

Questo tipo di lettiera a contatto con la pipì del gatto tende a raggrupparsi creando dei piccoli grumi che si possono facilmente rimuovere con una paletta durante le operazioni di pulizia della lettiera.

Piuttosto conveniente dal punto di vista economico, la lettiera agglomerante va comunque usata in grandi quantità nel senso che è opportuno creare uno strato alto almeno 6 o 8 com per evitare che i grumi si formino sul fondo della cassetta.

Lettiera non agglomerante

Questa lettiera non forma grumi a contatto con le deiezione del gatto e quando non è più in grado di assorbire i liquidi va completamente sostituita.

La lettiera non agglomerante è consigliata per i gattini che hanno a tendenza a giocare con i grumi sporcandosi e anche per i gatti con il pelo lungo su cui eventuali grumi potrebbero attaccarsi.

lettiera gatto

Foto: Axel Bueckert  © 123RF.com

Lettiera profumata

Questa lettiera cattura gli odori sgradevoli grazie alla presenza di carbone attivo che neutralizza l’odore dell’urina. La lettiera profumata diffonde nell’ambiente una fragranza delicata che risulta più invitante per il gatto e anche per le persone.

Lettiera in silicato

Questa lettiera in sabbia di quarzo riesce ad assorbire velocemente umidità e odori. La sabbietta ha una natura porosa che la rende adatta a tutti gli animali allergici poiché non produce polvere. La lettiera in silicato va sostituita completamente ogni due settimane: per il resto del tempo si possono rimuovere solo le eiezioni solide.

Lettiera vegetale

Costituita da fibre naturali come legno e altre componenti vegetali, questa lettiera è biologica e compostabile quindi, dopo l’uso, si può smaltire nel compost o tra i rifiuti biologici. È disponibile sia nella versione agglomerante che non agglomerante. 

Foto apertura: Ulrike Schanz © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI