Pomelo, cos'è e come si mangia

Guida Guida

Avete già assaggiato il pomelo? Misterioso frutto proveniente dal Sud Est Asiatico, è ricco di proprietà nutritive da non sottovalutare.

Il pomelo altro non è che un agrume noto anche sotto il nome di Jabong fruit. A prima vista potrebbe sembrare un pompelmo, ma al primo assaggio il suo gusto si rivela in tutta la sua dolcezza: può essere paragonato a quello di un’arancia. È caratterizzato, però, da una scorza piuttosto dura che richiede un piccolo sforzo rispetto agli agrumi che tutti conosciamo.

Le sue proprietà? Il pomelo è ricco di vitamine (come i cugini limone, arancia, mandarino) e di antiossidanti. Favorisce la digestione e aiuta a ridurre il colesterolo cattivo.

L’origine del pomelo si riscontra nell’Asia e, ad oggi, il suo più grande produttore è la Cina.

Come si mangia? Esattamente come gli altri agrumi. Se fresco, si può sbucciare e gustare a spicchi. Si può aggiungere alle insalate miste con lattuga, rucola, radicchio e frutta secca e può diventare il protagonista di salutari spremute. Può essere abbinato al pesce in sfiziosi antipasti ed essere utilizzato in numerose ricette della cucina thailandese, come ricchi pad thai.

pomelo

Foto: Pixabay

Il pomelo si presta alla preparazione di profumati risotti, insalate di riso (è ottimo con il basmati) o altri primi piatti. Provate ad utilizzarne il succo nei cocktail, alcolici e non: conferirà loro una marcia in più. 

Come è ovvio pensare, il pomelo può essere impiegato nella preparazione di svariati dolci: sorbetti, granite, frullati, ma anche torte e creme, dolci al cucchiaio e tutto ciò che la vostra fantasia suggerisce.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI