special

Speciale maturità

Uno speciale per superare brillantemente l'esame di maturità... Dall'alimentazione corretta, al movimento fisico fino alle tecniche di memorizzazione, un vademecum completo per affrontare senza stress l'esame di stato.

Vai allo speciale
Adolescenza

Esame di maturità e look: i consigli dell'esperta

Come vestirsi il giorno dell'esame di maturità? Ecco i consigli dell'esperta Melaine Payage Anderson. Parola d'ordine: sobrietà.

Come vestirsi il giorno dell'esame di maturità? Ecco i consigli dell'esperta Melaine Payage Anderson. Parola d'ordine: sobrietà.

Sobrietà, comodità e semplicità. Sono queste le tre parole d'ordine per il look della prova di maturità. Già perchè in certe occasioni, non è tanto importante vestirsi bene, quanto presentarsi in modo piacevole dando una buona impressione.

Il buon gusto è alla base di un abbigliamento consono all'esame di maturità 

"Per tutti i maturandi è meglio tenersi lontani da un abbigliamento troppo azzardato", spiega l'esperta di stile Melaine Payge Anderson, "in queste occasioni la preferenza deve essere data alla comodità e non alla moda, né tanto meno al trend del momento". "Importante" - continua l'esperta - "è partire da una buona igiene personale. Ansia e nervosismo spesso portano ad un aumento della sudorazione. E' bene quindi, per evitare l'imbarazzo, utilizzare un buon deodorante".

Quanto all'abbigliamento, una buona regola è iniziare da ciò che sta sotto al vestito: l'intimo. "E' da preferire di cotone, comodo, senza etichette e cuciture irritanti. E, cosa fondamentale, intimo deve rimanere. No a reggiseni, tanga e mutandine in vista. Stessa storia per l'abito. Bandite minigonne, vedo non vedo, pizzi e voillant. Appropriati sono un paio di pantaloni di cotone o un paio di jeans (non strappati) con sopra una bella maglietta di cotone non eccessivamente scollata e provocante". No anche a fantasie, righe e colori sgargianti che sottraggono l'attenzione. Meglio prediligere colori scuri (blu, marrone e beige) che celano macchie accidentali".

"Inoltre" - continua l'esperta - "è bene evitare di giocherellare nervosamente e insistentemente con collane, braccialetti e zip che oltre a spazientire l'interlocutore lo distraggono da ciò che si sta dicendo".

E il make up? "A diciotto, diciannove anni deve essere leggero. Molto". "Quanto ai capelli" - conclude Melanie - "è meglio raccoglierli se si ha l'abitudine di toccarli".