Malattie esantematiche: i sintomi della quinta malattia

Guida Guida

Causata da un virus e chiamata anche eritema infettivo: ecco come riconoscere la quinta malattia.  

La quinta malattia è una delle malattie esantematiche più frequenti nei bambini. Alla sua origine troviamo un virus, per la precisione il Parvovirus 19. Evidenziata dalla presenza di un caratteristico sfogo cutaneo, la quinta malattia è anche chiamata eritema infettivo.

Ma come si possono riconoscere i sintomi?

I genitori, infatti, hanno spesso diversi dubbi. Facciamo un po' di chiarezza.

La quinta malattia inizia solitamente con una febbre leggera, accompagnata da mal di testa, spossatezza e sintomi simili a quelli che potrebbero essere di una normale influenza. Solo in un secondo momento compare sulla pelle l'esantema vero e proprio che comincia dal viso e, in modo particolare dalle guance.

Le gote infatti risultano molto arrossate e questo è indubbiamente il sintomo più riconoscibile della quinta malattia. mL'esantema si estende poi su tronco, braccia e gambe.

Da sapere: una vlta comparso lo sfogo cutaneo, la malattia non è più contagiosa

La fase di incubazione che corrisponde al peridodo in cui il bambino può trasmettere ad altri la malattia, può durare anche 20 giorni prima della comparsa dei sintomi.

Come si cura la quinta malattia?
Va detto che non è una malattia particolarmente aggressiva ed essendo di origine virale non richiede farmaci e cure specifiche. In genere, il pediatra potrà prescrivere dei farmaci antistaminici per lenire il prurito causato qualche volta dall'esantema o il paracetamolo in caso di febbre. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI