Primo mese di gravidanza: cosa fare e cosa non fare

Guida Guida

Il primo mese di gravidanza è quello in cui il corpo inizia ad affrontare il cambiamento, e si predispone agli 8 successivi: ecco qualche consiglio per affrontarlo al meglio.

Il primo mese di gravidanza è quello in cui il corpo inizia ad affrontare il cambiamento, e si predispone agli 8 successivi: ecco qualche consiglio per affrontarlo al meglio.

La gravidanza è un momento tanto magico quanto delicato e complesso per una donna, 9 mesi in cui il corpo e la mente affrontano diverse fasi e diverse sfide, ognuna con le proprie caratteristiche. I primi tre mesi, e il primo mese di gravidanza in particolare, rappresentano un periodo in cui la donna si ritrova a fare i conti con i primi cambiamenti e disturbi più o meno intensi che vanno dai crampi al dolore al basso ventre, alle nausee mattutine.

Ogni gravidanza è diversa, ovviamente, e va vissuta rispettando il proprio corpo e i propri ritmi ed esigenze, ma ci sono alcuni comportamenti che rientrano nella categoria del cosa non fare assolutamente o di cosa fare per essere certi di prendersi cura di sé e del piccolo in arrivo nel modo migliore.

I primi mesi di gravidanza, soprattutto per chi è alla prima esperienza, sono caratterizzati da dubbi, paure e ansie legate soprattutto al timore di fare (o non fare) qualcosa che potrebbe arrecare danno al feto: il primo mese l’ovulo fecondato deve annidarsi nell’utero, e sono necessarie circa 8/9 settimane prima di riuscire a sentire il battito. Un periodo molto intenso, dunque, in cui è indispensabile ascoltarsi il più possibile ed evitare stress sia a livello fisico sia a livello emotivo e psicologico, a partire proprio dai primissimi giorni.

Primo mese di gravidanza: i sintomi

Foto: ocskaymark © 123RF.com

La prima cosa da fare, quando si sospetta una gravidanza, è effettuare un test. I sintomi sono abbastanza chiari - oltre al ciclo in ritardo ci sono nausea, senso di spossatezza e crampi al basso ventre - ma ogni donna è diversa e reagisce in maniera differente. L’unico modo per togliersi il dubbio è fare un test di gravidanza, e una volta confermato il sospetto di gravidanza, la prima cosa dal fare è prenotare una visita dal proprio ginecologo per approfondire i controlli e farsi prescrivere tutte le analisi e le visite necessarie.

Primo mese di gravidanza, cosa fare e cosa non fare

I primi mesi di gravidanza sono, come detto, quelli più delicati, in cui il rischio aborto è maggiore. In generale, a meno di non avere particolari patologie o rientrare in categorie a rischio (dubbi che può sciogliere soltanto il ginecologo), ci sono alcuni comportamenti dettati dal buon senso che possono aiutare ad abbassare il rischio: no ad alcolici e fumo, attenzione ai farmaci non prescritti dal medico, evitare sforzi fisici eccessivi, in particolare il sollevamento di pesi o carichi.

Dal punto di vista dell’alimentazione, è bene prediligere alimenti freschi e preparati al momento, aumentando la quantità di verdure cotte e crude e diminuendo quella di dolci e carboidrati. Non ci sono cibi espressamente vietati, ma a fare la differenza è la cottura: carne e pesce crudi e salumi andrebbero evitati se non si è immuni alla toxoplasmosi, e anche le uova andrebbero mangiate ben cotte.

Sulla quantità di cibo, meglio preferire pasti più frequenti, ma con quantità ridotte di cibo, piuttosto che vere e proprie abboffate. Difficile, nel primo mese di gravidanza, essere soggetti a voglie intese, mentre le nausee sono già più frequenti: se il vomito è eccessivo e debilitante bisogna fare attenzione all’alimentazione e consultare un medico per capire quale approccio usare per gestirle.

Infine, qualche consiglio sulle perdite: non è raro vedere perdite di sangue durante il primo mese di gravidanza, ma sono solitamente segnali che l’ovulo si sta sistemando nell’utero e non devono preoccupare. Indispensabile, invece, rivolgersi al ginecologo se le perdite sono abbondanti, continui e di colore rosso vivo: potrebbe essere sintomo di distacco della placenta o di aborto. 

Foto apertura: actiongp © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI