Gravidanza

Corso preparto: ecco perché devono andarci anche i papà

Quando si parla di corso preparto si dà per scontato che sia rivolto esclusivamente alle mamme. Certo, i futuri papà sono invitati a partecipare agli incontri, ma spesso la loro presenza non è considerata tanto importante quanto quella delle future mamme.

Quando si parla di corso preparto si dà per scontato che sia rivolto esclusivamente alle mamme. Certo, i futuri papà sono invitati a partecipare agli incontri, ma spesso la loro presenza non è considerata tanto importante quanto quella delle future mamme.

Il corso preparto è utile a entrambi i genitori, e non solo come momento di informazione e preparazione in vista del travaglio e del parto. Scopriamo perché.

Corso preparto: la consapevolezza di diventare genitori

Le mamme vivono la gravidanza in modo simbiotico e viscerale: alla crescita del pancione e ai primi movimenti fetali si accompagna, infatti, la consapevolezza della futura genitorialità. I papà, al contrario, si trovano a vivere la gravidanza di riflesso: la percezione della gestazione è esclusivamente visiva e la consapevolezza di essere a tutti gli effetti un genitore avviene - notoriamente - nell'esatto istante in cui nasce il bebè. E cos'è il corso preparto se non un bellissimo momento di inclusione? 

Scoprendo i meccanismi della gravidanza, ascoltando spiegazioni su travaglio e parto e apprendendo i rudimenti sulla cura del bebè, i futuri papà hanno la possibilità di vivere in modo più diretto i nove mesi del percorso che li porterà poi a conoscere il proprio bambino.

Incontro dopo incontro, un uomo riuscirà a maturare gradualmente la sua nuova identità di padre, abituandosi lentamente a farla propria. 

Corso preparto in coppia

Futuri papà, un sostegno in sala parto

Il corso preparto è un momento in cui i futuri papà - prendendo confidenza con il momento del parto e del travaglio - avranno a disposizione tutti i mezzi necessari per decidere se entrare o meno in sala parto.  

E se la scelta sarà poi quella di assistere la propria compagna, gli incontri su cui si costruisce il corso diventano uno strumento importantissimo per apprendere cosa fare e come aiutare concretamente la donna al momento del parto.  Non è raro, infatti, che in sala parto gli uomini si sentano impacciati, esclusi e impotenti di fronte al dolore e alla fatica della partoriente.

Gli incontri del corso preparto sono un ottimo modo per imparare a rendersi utili in un momento tanto importante, sia dal punto di vista fisico che mentale.  

Il corso preparto non riguarda esclusivamente il parto

Nonostante il suo nome faccia pensare che gli argomenti trattati riguardino esclusivamente parto e travaglio, il corso preparto è in realtà un momento in cui si parla anche del primo periodo a casa col bebè: è quindi uno dei modi più diretti e pratici che gli uomini hanno per confrontarsi con quello che sarà l’immediato futuro.

Poppate, pianti e cambi di pannolino non saranno più un mistero: con le conoscenze apprese, i papà diventano un sostegno insostituibile per la futura mamma che, una volta tornata a casa dall’ospedale, dovrà avere il tempo di recuperare le energie dopo il parto.

Partecipare insieme al corso preparto fa bene alla coppia

Rafforzare il rapporto di coppia durante la gravidanza

Potrebbe sembrare scontato, ma vogliamo dirlo a gran voce: una coppia che partecipa insieme al corso preparto ne uscirà più unita. Dà infatti modo di parlare apertamente della gravidanza, di porsi domande a riguardo e di gettare le basi di quel dialogo che sarà poi fondamentale una volta nato il bambino. 

Dopo il parto, infatti, la vita all'interno di una coppia cambia in modo radicale: abituarsi a questo cambiamento in modo graduale, parlandone e discutendone prima o dopo gli incontri del corso preparto, aiuta a stemperare l'ansia e a imparare a porsi in modo diverso di fronte al cambiamento che la genitorialità porta con sé. 

Pianificare insieme il percorso della genitorialità, insomma, renderà il viaggio ancor più bello e stimolante.

Dea by Mamme