Consigli in più

Oroscopo 2021: pronti per l'era dell'Acquario?

Nel 2021 Saturno e Giove entrano nel segno dell'Acquario, portando tanta voglia di indipendenza, libertà e ribellione. Facciamo il punto con la nostra astrologa di fiducia, Ginny Chiara Viola!

Nel 2021 Saturno e Giove entrano nel segno dell'Acquario, portando tanta voglia di indipendenza, libertà e ribellione. Facciamo il punto con la nostra astrologa di fiducia, Ginny Chiara Viola!

Cari lettori, 

mai come in questo anno il lavoro dell'astrologa ha generato una certa dose di ansia da prestazione. Per fortuna però vi dico subito che porto in dono una slitta carica carica di buone notizie, a patto, questo è chiaro, che siate stati bravi! Che il 2020 ci abbia messo a dura prova non serve certo né l'oroscopo né tantomeno l'astrologa per capirlo: un trionfo di pianeti tutti ammucchiati nel segno del Capricorno, campo base di quel malefico Saturno che tutti temiamo.

Il segno zodiacale del Capricorno infatti è legato a dei concetti simpatici simpatici come quello di chiusura, di solitudine, di austerità, di cambiamenti rigidi e di poteri forti che si impongono senza chiedere il permesso. Democrazia questa sconosciuta! Direi che ci siamo: il Capricorno si è sfogato in lungo il largo in tutti i suoi significati e ci ha ufficialmente detto che molte delle sicurezze sulle quali eravamo soliti costruire l'impalcatura delle nostre esistenze erano in realtà fatti di burro e marmellata… Ma noi siamo a dieta.

Ok, detto questo, che cosa dobbiamo aspettarci per il 2021?

Le basi del 2021 dal punto di vista astrologico sono messe già a partire dalla fine del 2020: con il solstizio d'inverno Giove e Saturno entrano per mano nel segno dell'Acquario come dire che dopo aver portato un certo grado di scompiglio internazionale mai visto prima nel segno del Capricorno per incontrarsi, come due adolescenti che limonano dietro alla scuola, optano per il segno zodiacale successivo. E che differenza c'è tra Capricorno e Acquario? Sono due segni contigui, ovviamente, ma dov'è il Capricorno è la regola rigida, la durezza del dovere, l'Acquario è il superamento, la ribellione, la follia. Lo so, già vi piace! 

E se è vero che l'Acquario è il re indiscusso dei gruppi, compreso quello dell'aperitivo, non possiamo non notare che quel famoso Saturno anche in questo segno è piuttosto importante. Quindi, per riassumere, almeno per la prima parte dell'anno le ristrettezze non ci lasceranno grande scampo ma abbiamo la possibilità, anzi diciamo proprio che abbiamo il dovere, di rimetterci in gioco, di ripensare le strutture, di ricominciare e di pensare fuori dagli schemi. Via libera agli indipendenti, alle novità, agli ideali, ai gruppi di solidarietà, alle collaborazioni, ai sogni propri per i quali si lotta e al supporto dei sogni altrui nei quali decidiamo di credere. Si spalanchino le porte e della follia, dei tentativi, delle messe in discussione. Ci si lascia alle spalle l'individualismo, la bulimia del possesso, l'ambizione sfrenata che acceca i nostri reali desideri. 

Per dovere di cronaca astrologica però è bene che io sottolinei quanto l'Acquario sia un segno comunque noto per una certa freddezza nelle emozioni. Questo per dare a tutti un ammonimento: viva l'indipendenza e la libertà, viva la mancanza (il più possibile) di schemi ma non dimentichiamoci che tutti noi siamo degli animali sociali, che il rapporto umano è alla base di ogni vita, che l'indipendenza non deve essere isolamento e solitudine, che è una figata lo smart working ma anche basta. 

Una volta ho letto una frase molto bella con la quale vi voglio lasciare: "Se la sofferenza vi ha resi cattivi, l'avete sprecata". Questa frase è il mio augurio proprio oggi, mentre l'oroscopo sta facendo un passo ancora più definitivo verso l'era dell'Acquario nella sua completezza. Siate ribelli, abbiate voglia di rialzarvi e per farlo mettetevi in gioco ma non dimenticate Di ridare valore a quelle emozioni, quei sentimenti che ci hanno accompagnati in questo 2020 di solitudine.

E che era dell'Acquario sia!