Anastasio a Sanremo 2020: tutto sul rapper di X Factor

Dai primi brani pubblicati come Nasta al tifo per il Napoli, fino alle presunte simpatie per CasaPound, ecco le cose da sapere su uno dei grandi favoriti del Festival con 'Rosso di rabbia'. 

Ti potrebbero interessare

Tra i big del Festival di Sanremo 2020 c’è anche il rapper Anastasio, che torna sul palco dell’Ariston con il brano ‘Rosso di rabbia’, dopo averlo calcato anche l’anno scorso in veste di ospite (ecco invece chi sono gli ospiti di Sanremo 2020). Dalla canzone scritta in onore dell’allenatore del Napoli alla vittoria di X Factor, fino all’album in uscita e alle simpatie per CasaPound, ecco le cose da sapere su di lui.

Chi è Marco Anastasio: biografia

Vero nome Marco Anastasio, il rapper è nato il 13 maggio 1997 ed è originario di Meta di Sorrento. Da sempre appassionato di rap e freestyle, con il nome d'arte di Nasta nel 2015 ha pubblicato alcuni brani su YouTube, inseriti poi nell’Ep Disciplina sperimentale. Ma il primo vero assaggio di fama per lui è arrivato a marzo nel 2018, quando ha pubblicato ‘Come Maurizio Sarri’, canzone dedicata all’allora mister del Napoli (oggi sulla panchina della Juventus).

Anastasio: la vittoria a X Factor con “La fine del mondo”

Nello stesso anno ha partecipato alla dodicesima edizione di X Factor. Dopo aver superato le audizioni, ha conquistato Mara Maionchi presentando ai bootcamp una personale versione di 'Generale' di De Gregori, cantata sulla stessa base ma con un testo totalmente riscritto. Indicato fin dall’inizio tra i favoriti, in finale ha superato Naomi, Luna e i Bowland grazie all’inedito ‘La fine del mondo’.

Anastasio ospite a Sanremo 2019 con 'Correre'

Dopo il trionfo ad X Factor, l'8 febbraio 2019 Anastasio ha partecipato come ospite al 69° Festival di Sanremo, presentando il nuovo singolo ‘Correre’ dopo un monologo interpretato da Claudio Bisio. Non casuale, nel brano, un riferimento ai social network: «Passo giornate ad aggiornare una pagina/Solo a vedere chi mi ama e chi no/Bruciano gli occhi e lo schermo mi lacera/Guardo la vita attraverso un oblò».

Sanremo 2020: tutto su 'Rosso di rabbia', la canzone di Anastasio

Rosso di rabbia’ è un brano scritto da Anastasio insieme a Luciano Serventi, Marco Azara e Stefano Tartaglini. «È un capitolo di una storia di un personaggio che sto rincorrendo da anni: il sabotatore», ha anticipato lo stesso rapper. Gli addetti ai lavori che hanno ascoltato il brano in anteprima parlano di «gran ritmo», «riff di chitarra elettrica» e «cornice blues».

Gli album e i brani più famosi di Anastasio

Come detto, i brani più famosi di Anastasio sono Come Maurizio Sarri, La fine del mondo e Correre, a cui si può aggiungere il singolo Il fattaccio del vicolo del Moro, ispirato al monologo ‘Er fattaccio’ scritto da Americo Giuliani nel 1911. Anastasio ha pubblicato due Ep: Disciplina sperimentale nel 2015 (come Nasta) e La fine del mondo nel 2018. Il suo primo album, Atto zero, uscirà il 7 febbraio 2020.

Anastasio: fascista io?

Durante X Factor, Anastasio è stato accusato di essere fascista per aver condiviso contenuti sovranisti e, soprattutto, a causa di alcuni ‘like’ a CasaPound. «Sono al 75% comunista, ma ho anche idee conservatrici», ha detto intervistato da Rolling Stone, mentre in una conferenza stampa ha dichiarato: «Sono un libero pensatore [...] I like li ho messi perché sono articoli che ho letto, mi piace tenermi informato […] Ormai la destra fa la sinistra e viceversa. La destra oggi difende i lavoratori, la sinistra è diventata liberista, è un casino. Ho opinioni su fatti di cronaca a volte da una parte e a volte dall’altra, non mi sento di etichettarmi».

Foto: LaPresse

Hobby e tempo libero
SEGUICI