Tempo Libero

Rinascita femminile in 10 film

Da Frida a La vita che verrà, ecco alcune pellicole incentrate attorno al riscatto delle donne. Da guardare l’8 marzo, ma non solo.

Da Frida a La vita che verrà, ecco alcune pellicole incentrate attorno al riscatto delle donne. Da guardare l’8 marzo, ma non solo.

L’8 marzo non dovrebbe essere solo il giorno in cui gli uomini regalano mimose, bensì l’occasione per ricordare le tante battaglie che le donne hanno affrontato per superare stereotipie e pregiudizi, nonché le discriminazioni e le violenze di cui sono ancora vittime in tante parti del mondo. Giornata internazionale dei diritti della donna: questa è infatti la dicitura scelta dall’Onu nel 1977 per ufficializzare la ricorrenza. Visto che non si può scendere in piazza, perché non celebrarla guardando un bel film “a tema”? Ecco dieci pellicole sulla rinascita femminile, dieci film che ti cambieranno la vita (chissà).

1. Frida

Frida Kahlo, la pittrice che trasformò il suo dolore in arte. Affetta da spina bifida, a 18 anni rischia di morire in un incidente tra il bus su cui sta viaggiando uscita da scuola e un tram: costretta a un lungo riposo forzato, inizia a dipingere i suoi autoritratti guardandosi in uno specchio, fissato al letto a baldacchino. Imperdibile il biopic del 2002 in cui viene interpretata dalla connazionale Salma Hayek.

2. Il diritto di contare

Katherine G. Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson: tre matematiche figure chiave nella conquista dello spazio da parte della Nasa, rimaste però nell’ombra in quanto donne, addirittura afroamericane. Il diritto di contare (il cui titolo originale è Hidden Figures) racconta la loro storia ed è tra i film da vedere assolutamente.

3. Suffragette

Arrestata più volte, perde il lavoro e viene ripudiata dal marito, che la caccia di casa. La colpa di Maud (Carey Mulligan)? Essere una militante del primissimo movimento femminista del Regno Unito, che rivendica il diritto di voto alle donne. Maud e le altre suffragette vinceranno la loro battaglia nel 1928, a 15 anni dal sacrificio di Emily Davidson (rievocato nel film), che per protesta si gettò su un cavallo al galoppo al derby di Epsom.

4. Coco avant Chanel

Dalla povertà e dai primi lavori come cabarettista, fino alla nascita della sua casa di alta moda, immagine di eleganza e raffinatezza. Coco avant Chanel, con protagonista Audrey Tautou, racconta la storia dell’orfana che ridefinì il concetto di femminilità, iniziando a cucire vestiti per le sue bambole utilizzando scampoli degli abiti delle suore.

5. Joy

Divorziata con due figli, costretta a fare i turni di notte sul lavoro e con una famiglia d'origine decisamente complicata da gestire. Joy Mangano (Jennifer Lawrence), donna dalla grande creatività e spirito di iniziativa, ottiene la realizzazione dei suoi sogni e diventa una stimata imprenditrice grazie all’invenzione del mocio auto-strizzante Miracle Mop. Tra i film motivazionali da vedere.

6. Kill Bill

Tutto insieme, Volume 1 più 2. Kill Bill è una storia di di vendetta, contro i vari killer della lista stilata da Beatrix Kiddo. Ma, per quanto truculenta, è anche una storia di rinascita, letteralmente: la Sposa, alias Uma Thurman, si sveglia dal coma anni dopo aver ricevuto un colpo di pistola in testa. Tanto sangue e tutto decisamente esagerato ma, d’altra parte, è pur sempre un lavoro di Quentin Tarantino.

7. Una donna in carriera

Tra i film che ispirano c’è Una donna in carriera: Tess McGill (Melanie Griffith) è una segretaria che lavora a Manhattan, costretta a compiere mansioni umili per capi che la maltrattano. A differenza di molte colleghe, non si accontenta della di questa vita e desidera sfondare nell'alta finanza, senza però scendere a compromessi. Indicata come una versione moderna di Cenerentola, Una donna in carriera è però altro: la protagonista non ottiene il suo riscatto grazie al principe azzurro, ma esclusivamente per le sue capacità.

8. Thelma & Louise

Non c’è pericolo di spoiler, perché tanto lo hanno già visto tutti: Thelma & Louise finisce malissimo le protagoniste, interpretate da Geena Davis e Susan Sarandon. Però è senza dubbio una storia di riscatto con al centro due donne, insoddisfatte dalle proprie vite e dai rispettivi consorti. Tra i film anni '90 da vedere assolutamente, Thelma & Louise è la pellicola femminista per eccellenza.

9. Il colore viola

Tra i film intramontabili che hanno al centro donne resilienti, capaci di piegarsi senza spezzarsi c’è Il colore viola: diretto da Steven Spielberg e con protagonista Whoopi Goldberg, si focalizza su temi drammatici come abusi sessuali e razzismo, problemi all’ordine del giorno per le donne afroamericane ai tempi della segregazione razziale. Ma anche, e soprattutto, sul loro grande coraggio. Ben 11 nomination, nessun Oscar. Peccato.

10. La vita che verrà

Ambientato nella Dublino dei docks e diretto da Phyllida Lloyd, La vita che verrà è la storia di Sandra (Clare Dunne), lavoratrice instancabile e giovane madre premurosa, imprigionata in un matrimonio violento e apparentemente senza via d’uscita. Ma con la ferma volontà di cambiare il suo destino.