Tempo Libero

Il Malifesto di Malika Ayane: un invito a riconoscersi e celebrarsi

Fragilità e ottimismo, qualche naturale perplessità e tanta voglia di libertà. Malika Ayane, donna, mamma e cantante, presenta il suo nuovo disco.

Fragilità e ottimismo, qualche naturale perplessità e tanta voglia di libertà. Malika Ayane, donna, mamma e cantante, presenta il suo nuovo disco.

Tra le nuove signore della musica italiana c’è sicuramente Malika Ayane, che abbiamo recentemente ascoltato al Festival di Sanremo 2021 con il pezzo “Ti piaci così” e che esce ora con il disco “Malifesto”, un disco atteso, sofisticato, ricco di atmosfere che arrivano dalla musica contemporanea francese. Con un occhio strizzato al cinema, altra grande passione della cantante.

I silenzi per cena di Malika li conosciamo tutti bene, pezzi che nel corso di questi primi anni di carriera della cantante milanese con origini marocchine hanno incantanto i numerosi fan dell’artista che alterna pezzi di grande intensità a hit più scanzonate: da “Come Foglie” a “E se poi”, da “Sospesa” a “Ricomincio da qui”, Malika è sicuramente una delle cantanti più rappresentative della musica italiana e più apprezzata da pubblico e critica.

“Attraverso ogni giorno, in questo periodo di pandemia, tantissimi stati d’animo diversi. Realizzare questo disco mi ha permesso di staccare da una realtà fatta da navigazione a vista, ora sto presentando il disco ma dopo? Cosa succederà? Torniamo nell’incertezza- - dichiara la Ayane durante la conferenza stampa avvenuta su Zoom - Mi sento fragilissima, piccolissima. Senza sentirsi un supereroe sento molta responsabilità verso mia figlia e la mia famiglia. Devo dare messaggi di ottimismo, io poi sono una persona ottimista in generale, anche se non è semplice”
Il 2021 è sicuramente un anno complicato per la musica: “Spero come tutti che si possa tornare al piu presto a suonare dando la priorità alla sicurezza. Penso che il patentino vaccinale sia in generale più adatto per i viaggi ma possa essere una buona soluzione anche per gli eventi collettivi. A patto che tutto avvenga nel rispetto delle norme e dell’etica.

Il rapporto con la figlia Mia

“Ho una figlia che è molto diversa da me – dichiara Malika Ayane - Mi fa sorridere. È entrata nella fase in cui si inizia ad esplorare il proprio malessere. Ieri ad esempio mi ha detto che sta ascoltando "The Idiot" di Iggy Pop. Si sta spostando verso un mondo più esistenzialista, senza riuscire a fare i giusti disastri da primavera dei propri 15 anni. Anche solo stare al parco a parlare con degli sconosciuti che possono diventare poi potenzialmente i tuoi migliori amici. Non sta facendo le prime stupidaggini tipiche di quell'età, tipo fumare o provare a bere un po’ di più. È una generazione che non ha troppo la possibilità di sbagliare nel modo che conosciamo. Magari sbagliano stando in rete e facendo cose che neanche conosciamo"

Ti piaci così: la canzone di Sanremo 2021

Il centro di “Ti piaci così” è la consapevolezza di sé, lo scoprirsi risolti, l’avere voglia di vivere congusto. Nella vita di tutti arriva un momento in cui si comprende che giudicarsi severamente non ha senso, ma nemmeno giustificarsi a prescindere. Ti piaci così è una canzone sul riconoscersi senza biasimo. È un invito a ballare scalzi, a cantare a squarciagola o scegliere di cambiare strada per scoprire qualcosa di nuovo. È un invito a celebrare se stessi per il solo fatto di essere al mondo.
Il videoclip della canzone fotografa alcuni momenti della nostra nuova quotidianità: tre ragazze, coinquiline e amiche che vivono una giornata di lockdown ascoltando musica, leggendo, lavorando. Le ragazze ritrovano allegria e buonumore grazie all’energia del brano e alla video call che le riunisce virtualmente con il gruppo di amiche.

Il nuovo album "Malifesto"

Malifesto è composto da 10 brani, trainati dalla sanremese "Ti piaci così" che Malika Ayane ha scritto e composto insieme, tra gli altri, a Pacifico, Antonino Di Martino, Alessandra Flora, Leo Pari, Colapesce, Antonio Filippelli, Daniel Bestonzo e Rocco Rampino. Il viaggio di Malika Ayane parte da “Peccato Originale”, l’amore irrazionale, e prosegue con “Ti piaci così”, brano sul riconoscersi e celebrarsi per essere al mondo. Da “Telefonami”, il sapore malinconico di un amore appeso nonostante il tempo e la distanza, la tracklist continua con il racconto della maturità in “Come sarà” e la celebrazione dell’agire nonostante le avversità in “Per chi ha paura del buio”. Sesto brano del disco è “Mezzanotte” a cui seguono il bisogno di vivere senza sovrastrutture descritto in “A mani nude”, la necessità di splendere raccontata in “Brilla”, il bisogno di sciogliere le catene in “Formidabile” e, infine, la consapevolezza di esserci raccontata in “Senza Arrossire".