Tempo Libero

Aspettando la notte degli Oscar: Laura Pausini ce la farà?

È arrivata l'ora X per la nostra Laura. Riuscirà a vincere l'Oscar? Noi ovviamente facciamo il tifo per lei! Ecco chi sono gli altri candidati per la Miglior canzone originale.

È arrivata l'ora X per la nostra Laura. Riuscirà a vincere l'Oscar? Noi ovviamente facciamo il tifo per lei! Ecco chi sono gli altri candidati per la Miglior canzone originale.

Il fatidico 25 aprile di Laura Pausini sta arrivando. Sta tutta lì, in questa data cruciale, l’ennesima svolta della carriera di Laura. E l’attesa per un premio che ci riempierebbe di orgoglio. Le premesse ci sono tutte: la vittoria del Golden Globe spiana in genere la strada verso la statuetta più ambita. E per Laura Pausini sarebbe davvero l’ennesimo premio di un percorso straordinario partito da Sanremo nel 1993, coronato dai Grammy e arrivato ora a Hollywood. Domenica sera Laura Pausini da Solarolo saprà se avrà vinto l’Oscar per la canzone “Io si (seen)”, brano scritto da Diane Warren e adattato in italiano dalla stessa Pausini con Niccolo Agliardi. La canzone fa parte della colonna sonora del bellissimo “La vita davanti a sé”, pellicola di Netflix interpretata da Sophia Loren e diretta dal figlio Edoardo Ponti.

Laura Pausini, così come gli altri nominati per la categoria best original song, si esibirà domenica sera nello show “Oscars: Into the Spotlight”, che introdurrà la consegna dei premi. 
Non sarà a Los Angeles la piccola Paola, la figlia della cantante, come annunciato dalla stessa Pausini sui social. "Questo viaggio - ha scritto Laura su Facebook accanto a una foto che la ritrae mano nella mano con la figlia - purtroppo non lo possiamo vivere con la nostra Paola. Viaggiare con bambini in America è praticamente impossibile a causa delle restrizioni. Non è stato facile ma ancora una volta è stata lei da vera stella di casa e a trovare le parole per farci partire sereni: 'Preferisco rimanere a casa perché posso andare a scuola, posso vedere i miei amici e stare coi nonni. Partire con voi mi obbligherebbe a stare in casa per 10 giorni, preferisco guardarvi in tv e fare il tifo per voi con Lila!' La partenza non è stata comunque facile per me, avrei desiderato averla con me in un momento così importante. Ma ogni giorno imparo da lei: la sua allegria e la sua forza mi fanno capire che sì, sono una mamma tanto fortunata!".

Laura è poi tornata sui social per raccontare l'emozione dell'avvicinamento ai suoi primi Oscar da candidata: "Come sapete canterò la mia #IoSì ma avrò anche l’onore di poter incontrare alcuni dei miei attori preferiti tra i quali Anthony Hopkins che avevo conosciuto nel 2003 durante i premi Nobel e che fu molto dolce con me dopo avermi sentita cantare. Ci sono tante cose in arrivo in questi giorni. Vi racconterò un sacco di novità", promette concludendo Laura ai suoi follower, postando una foto che la vede abbracciata proprio ad Anthony Hopkins.

Oscar 2021 Miglior Canzone originale: i brani in nomination

Avete già ascoltato le altre canzoni candidate all'ambita statuetta per farvi un'idea sulle "nostre" rivali? Eccole!

Fight For You

Tratta dal film “Judas and the Black Messiah” cantata dall'artista statunitense H.E.R., acronimo di “Having Everything Revealed” (Aver svelato tutto).

Hear My Voice

Tratta dal film “The Trial of the Chicago 7”, cantata da Celeste, giovane artista britannica.

Husavik

Tratta dal film dedicato all’Eurovision Song Contest “The Story of Fire Saga” cantata dall’artista svedese Molly Sandén

Speak now 

Dal film “Quella notte a Miami…” cantata Leslie Odom Jr., in nomination anche come miglior attore non protagonista per lo stesso film.

Foto apertura: adrenalinapura -123.rf