Tempo Libero

Tutte le donne come presidente

Mattarella dice no al secondo mandato? Ecco le nostre candidate alternative per una figura femminile al Quirinale. 

Mattarella dice no al secondo mandato? Ecco le nostre candidate alternative per una figura femminile al Quirinale. 

Pochi giorni fa, in visita a una scuola elementare romana, Sergio Mattarella ha escluso di fatto una sua rielezione alla presidenza della Repubblica. Niente eventuale doppio mandato, insomma: «Come sapete il Presidente della Repubblica dura in carica sette anni: io sono vecchio, tra qualche mese potrò riposarmi», ha detto agli alunni presenti. La corsa al Quirinale è già partita: tra i papabili, anche qualche donna, come l’ex presidente della Consulta e attuale ministra della Giustizia Marta Cartabia, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e la “solita” Emma Bonino. Ma noi vogliamo andare oltre. Tenendo a mente che per essere eletto Presidente della Repubblica basta aver compiuto 50 anni e godere dei diritti civili e politici, ecco sette (come gli anni del mandato) soluzioni alternative al femminile.

1. Sophia Loren

loren

Perché non c’è un’italiana al mondo che ci rappresenti più di lei. E siccome quello del Presidente della Repubblica è anche un ruolo di rappresentanza

2. Maria De Filippi

de filippi

Perché tutto quello che fa diventa un successo. Quando è andata a Sanremo, poi, ha messo d’accordo Rai e Mediaset: potrebbe fare lo stesso con gli esponenti politici.

3. Donatella Versace

Donatella Versace

Perché ne approfitterebbe per griffare gli abiti dei nostri politici (che, va detto, già si vestono meglio di tanti altri) e perché no, le divise dei corazzieri.

4. Gianna Nannini

nannini

Perché è apprezzatissima in Germania e sappiamo bene quanto sia importante mantenere ottimi rapporti con i tedeschi.

5. Monica Bellucci

bellucci

Perché ce l’hanno rubata come la Gioconda: è tempo di riportarla a casa e di esporla al Quirinale.

6. Mara Venier

venier

Perché “zia Mara”, veneziana di nascita ma romana d’adozione, è una presenza rassicurante dal suo salotto televisivo, che potrebbe comodamente trasferire al Colle.

7. Patty Pravo

pravo

Perché Mina si è autoesclusa con la cittadinanza svizzera: quindi, pazza idea Patty Pravo!

Foto: @LaPresse