Tempo Libero
Tempo Libero

Finale di X Factor 2021: i voti della serata

Trionfa Baltimora, che ha la meglio su gIANMARIA  Bengala Fire e Fellow. Ospiti Maneskin e Coldplay. Le pagelle di cantanti in gara e giudici.

Trionfa Baltimora, che ha la meglio su gIANMARIA  Bengala Fire e Fellow. Ospiti Maneskin e Coldplay. Le pagelle di cantanti in gara e giudici.

Il grande giorno è arrivato! Finalmente sapremo il nome del vincitore di X Factor! Baltimora, Bengala Fire, Fellow, gIANMARIA: sono loro i fantastici quattro che si contendono la vittoria di X Factor! (L’entusiasmo è dovuto al fatto che finisce, ndr) La serata del Mediolanum Forum di Assago, dopo un preshow di Paola Di Benedetto (voto 6), ancor più inutile del suo Hot Factor, si apre con l’esibizione dei Maneskin, che portano la cover di una cover. Damiano si è presentato solo perché convinto che i Chris Martin avrebbe aperto per lui: è evidentemente scazzato, ma stringe i denti, mentre il chitarrista gli ruba la scena vestito come Meryl Streep ne La mia Africa.

La scena successiva pare arrivare da un futuro distopico: Ludovico Tersigni in smoking aizza il pubblico su Born Slippy scandendo. così. le. parole. per. un. tempo. eccessivamente. lungo. E poi niente, si comincia. Tre le manche della finale, come se due non fossero già abbastanza. La prima è riservata ai duetti con il rispettivo giudice (ma giudice di poi, cosa, che la loro opinione non pesa quasi mai). Nella seconda, i tre cantanti ancora in gara si esibiranno in un medley delle cover passate, tanto per girare il coltello nella piaga. Nello scontro finale, spazio per i brani originali dei due rimasti a contendersi lo scettro di X Factor 2021.

Manuel Agnelli

Dopo aver perso la gara dei bicipiti con Chris Martin nel backstage, arriva con il fiatone al termine dell’esibizione con i Bengala Fire: elegante, ma non al top. Sogna la finalissima ma per la sua band non ce n’è. Voto 6.

Hell Raton

Quando ho letto che avrebbe suonato la batteria nel duetto ho pensato “Ah stai a vedere che mi sorprende”. Poi la suona come uno alla quinta lezione dopo averne saltate tre. È il vincitore dei giudici. Voto 8.

Emma Marrone

Si presenta pettinata come Maria De Filippi, ma riesce a essere hot lo stesso. Peccato che nel duetto sia gIANMARIA a mostrare il décolleté. Sfiora la vittoria, non va! Voto 7.

Mika

Nel duetto canta male apposta per mettere in risalto Fellow, mossa scorrettissima. Così come quella di indossare una giacca arlecchino. Entrambe non pagano. Voto 5.

Fellow

Già il fatto che abbia Mika tra gli artisti preferiti dovrebbe far riflettere, ma perché fare pure una canzone brutta? Ok, non è probabilmente colpa sua. Però è il primo a uscire, giustamente. Voto 5.

Bengala Fire

Visto che il cantante ha sempre l’eyeliner, facciamogli cantare direttamente qualcosa di Robert Smith, avrà pensato Agnelli. Bel duetto sui Cure. Benino sul medley: il frontman ha un je ne sais quoi, però o canta o salta sul palco. Una delle due. Non possono niente contro le corazzate Baltimora e gIANMARIA. Voto 7.

gIANMARIA

«Dall’aspetto curato e dai pensieri solidi», come (giuro) lo definisce Sky, gIANMARIA sguazza nel disagio e cosa c’è più disagiato del primo Vasco? Promosso nel duetto con Emma. Durante il medley canta male come al solito, però c’è da dire che regge il palco. Voto 7,5.

Baltimora

Molto bello il duetto, che poi duetto non è. Ma la sua Otherside convince, probabilmente perché Hell Raton non proferisce parola. E a malapena suona. Invece Baltimora canta, eccome se canta. E lo dico a malincuore. Si prende di prepotenza la vittoria con l’ex inedito. Voto 8.

Ospiti: Coldplay e Maneskin

E pensare che nel 2000 ho persino comprato Parachutes da un senegalese per strada. Voto 5 per i Coldplay e in particolare per Chris Martin, che canta talmente male da potersi candidare alla vittoria di X Factor. Mezzo voto in più per essersi rifiutati di rispondere alle domande di Tersigni, che in pochi secondi scrive la storia del cringe. Voto 4 per lui. E con la sequela interminabile di dediche e ringraziamenti sfiora il 3. Adesso che ringrazi pure me per averglielo risparmiato.

Nel corso della serata tornano poi sul palco i Maneskin, esibendosi in quello che solo al primo ascolto potrebbe sembrare un lungo pezzo di dieci minuti, quando invece è un medley di tre loro brani. Voto 6.