Tempo Libero
Tempo Libero

Angela Lansbury, la signora in giallo (e non solo)

L'abbiamo amata tutti nei panni di Jessica Fletcher, infallibile investigatrice dilettante di Cabot Cove. Ma sono state tante le interpretazioni magistrali della sua lunghissima carriera. Ecco le migliori. 

L'abbiamo amata tutti nei panni di Jessica Fletcher, infallibile investigatrice dilettante di Cabot Cove. Ma sono state tante le interpretazioni magistrali della sua lunghissima carriera. Ecco le migliori. 

È scomparsa pochi giorni prima di compiere 97 anni Angela Lansbury. Un’attrice il cui vero nome risulta sicuramente meno famigliare di quello del suo personaggio più famoso: Jessica Fletcher, la “signora in giallo”, infallibile detective dilettante capace di risolvere casi su casi nel corso del celebre telefilm, andato in onda per 12 stagioni e poi in una serie infinita di repliche. Quello di Jessica Fletcher è però solo il più noto di tantissimi ruoli interpretati da Angela Lansbury nel corso di una lunghissima carriera. Ecco i suoi personaggi che ci sono rimasti nel cuore.

7. Annabel Willart - E il vento disperse la nebbia (1962)

In questo film firmato da John Frankenheimer e tratto dal romanzo di James Leo Herlihy, Angela Lansbury interpreta la madre di Warren Beatty, vagabondo che usa le donne come se fossero giocattoli per poi buttarle via, dopo essersi stufato della loro compagnia. Pietra miliare nella carriera di Angela Lansbury (le valse il National Board of Review Awards nel 1962), l’interpretazione di Annabel Willart è talmente intensa da spingere Frankenheimer a sceglierla senza bisogno di provini per la sua pellicola successiva, Va’ e uccidi.

6. Sibyl Vane - Il ritratto di Dorian Gray (1945)

Nella primissime fasi della carriera, Angela Lansbury vince il suo primo Golden Globe (miglior attrice non protagonista) e ottiene la candidatura all’Oscar grazie alla parte della cantante Sibyl Vane, che si suicida per amore del bello e dannato Dorian Gray, in quello che è probabilmente il miglior adattamento cinematografico del romanzo di Oscar Wilde.

5. Nancy Oliver - Angoscia (1944)

Angela Lansbury, nata nel Regno Unito ma fuggita negli Stati Uniti durante la Seconda guerra mondiale, debutta sul grande schermo nel thriller del 1944 Angoscia. Il film è la storia di una donna (Ingrid Bergman) che torna, anni dopo l’omicidio della zia con la quale viveva a Londra, nella stessa casa del delitto insieme al marito, che la tradisce con la giovane cameriera Nancy: una magistrale e inquietante Lansbury, che si guadagna la candidatura all’Oscar.

4. Signora Iselin – Va’ e uccidi (1962)

Nel primo adattamento del romanzo The Manchurian Candidate, storia di un soldato rientrato dalla guerra e trasformato in un agente dormiente controllato dalla terribile mamma, Angela Lansbury è appunto la madre manipolatrice di Laurence Harvey, che in realtà ha appena tre anni in meno di lei. Ma nessuno se ne accorge: la sua Signora Iselin (Golden Globe e candidatura all’Oscar) è considerata oggi uno dei “migliori cattivi” nella storia del cinema. Rivelerà in seguito che è stato in assoluto il ruolo preferito dell’intera carriera.

3. Miss Marple - Assassinio allo specchio (1980)

Due anni dopo aver interpretato Salomè Otterbourne in Assassinio sul Nilo, tratto da un giallo di Agatha Christie, nel 1980 Angela Lansbury veste i panni di Miss Marple in Assassinio allo specchio, anch’esso adattamento cinematografico di un romanzo della Christie, con un cast mica male: Liz Taylor, Rock Hudson, Kim Novak, Tony Curtis, Geraldine Chaplin e appunto Lansbury, che grazie al ruolo dell’investigatrice dilettante (eh già) viene candidata ai premi Bafta e vince un altro National Board of Review.

2. Eglantine Price - Pomi d'ottone e manici di scopa (1971)

Sull’onda del successo di Mary Poppins, la Disney cerca di ricrearne la magia in tecnica mista con Pomi d'ottone e manici di scopa, film che racconta la storia della strega Eglantine Price, decisa a usare i suoi poteri per aiutare lo sforzo bellico inglese durante la guerra. Accanto a lei David Tomlinson, ovvero Mister Banks in Mary Poppins. La pellicola vince l’Oscar per i migliori effetti speciali e, nel suo genere, è un amatissimo classico.

1. Jessica Fletcher – La signora in giallo (1984-1996)

In una classifica dedicata a Angela Lansbury non si può non inserire al primo posto la sua alter ego Jessica Fletcher, interpretata in 264 episodi del telefilm La signora in giallo e anche in quattro film per la tv. La serie, titolo originale Murder, She Wrote, va in onda sulla Cbs dal 1984 al 1996, arrivando in Italia nel 1988: il successo è immediato, per l’investigatrice dilettante di Cabot Cove, cittadina di mare immaginaria dello Stato del Maine, sulla costa Est degli Stati Uniti, la più pericolosa del mondo visto il tasso di omicidi. Celeberrima non solo la protagonista del telefilm, ma anche il motivetto della sigla.