Viaggi

Vanlife, vita on the road: tutto sul nuovo trend di viaggio

Non si tratta solo di vacanze, ma di un vero e proprio stile di vita. Le cose da sapere prima di partire con un camper o un furgone attrezzato.

Non si tratta solo di vacanze, ma di un vero e proprio stile di vita. Le cose da sapere prima di partire con un camper o un furgone attrezzato.

Una vita in vacanza. Il titolo del brano portato da Lo Stato Sociale al Festival di Sanremo nel 2018, ma anche il sogno di tante persone, esasperate dal logorio della vita moderna, tanto per fare un’altra citazione. Ebbene, sono sempre di più quelle che (potendoselo permettere) optano per la cosiddetta “vanlife”. Le cose da sapere.

Cosa significa vanlife? 

La vanlife, come suggerisce il nome, è la vita a bordo di un camper, di una roulotte oppure di un van camperizzato. C’è chi la sceglie per viaggiare on the road su brevi periodi, chi per essere liberi durante le vacanze in famiglia, chi la adotta per intere fasi della propria esistenza.

Non è un modo di viaggiare, ma uno stile di vita 

La vanlife è una delle tendenze di viaggio più in voga, che ci riporta indietro agli Anni ’50, ma non si tratta semplicemente di vacanze in camper. È più, infatti, un vero e proprio stile di vita. Come in tanti hanno imparato durante la pandemia, infatti, grazie alla semplice connessione Internet è possibile lavorare da remoto: questo consente a molti di aprirsi a una vita in viaggio, a bordo di un van.

Vanlife: vantaggi e svantaggi 

Ecco i vantaggi e gli svantaggi di una vita in camper.

Vantaggio: ci si libera del superfluo

La vanlife, o camperlife, richiede di liberarsi del superfluo, molto banalmente per ragioni di spazio. Questo permette di riscoprire le cose davvero importanti, quelle che contano davvero e che vogliamo portare con noi.

Vantaggio: ci si può spostare ogni giorno

Ideale per gli amanti dei viaggi, la vanlife consente di spostarsi in base ai propri desideri, svegliandosi magari ogni giorno con un orizzonte diverso. È una libertà inarrivabile con tutti gli altri stili di vita.

Vantaggio: permette di risparmiare

La vita in un van è meno costosa di una in affitto o con mutuo da pagare. Sì, certo, c’è da pagare la benzina, la piazzola in camping e ci sono sempre altre spese che non si possono annullare. Ma alla fine dell’anno la differenza si vede.

Svantaggio: non è per tutti

Non tutti si possono permettere di viaggiare in van, in modo costante almeno: per un single o una coppia è facile, per famiglie con figli decisamente più complicato. Premettendo, ovviamente, che è una strada percorribile solo da chi può lavorare da remoto.

Svantaggio: bisogna rinunciare a delle comodità

La vanlife non è necessariamente scomoda, ma offre sicuramente meno comodità di una “normale”: alla lunga potrebbe risultare un problema l’assenza di privacy, praticamente impossibile in un furgone da condividere.

Svantaggi: richiede preparazione

Non ci si improvvisa vanlifer. Serve infatti il mezzo giusto, nuovo o usato che sia, che probabilmente necessiterà di lavori, basti pensare all’installazione dei pannelli solari. Insomma, bisogna sapere cosa fare e non aver fretta di farlo.

Vanlife: profili da seguire 

Su Instagram ci sono tanti profili dedicati a questo stile di vita. Ecco alcuni post tratti dalle pagine più seguite sulla vanlife.

Foto: SimonaPilolla@123rf.com