Coronavirus, ecco perché la psicoterapia online ci fa bene

Notizia Notizia

La quarantena ha costretto terapeuti e pazienti a separarsi, ma la tecnologia li ha riuniti. Ecco come funziona una seduta ai tempi del covid-19.

Ti potrebbero interessare

L'emergenza coronavirus ha cambiato moltissime abitudini, alcune utili, altre meno. Tra quelle necessarie per molti è saltato l'appuntamento con lo psicoterapeuta. È successo anche a me. Con due figli e lo studio in casa, non avrei mai messo a rischio la persona che per due anni mi ha aiutato a salvarmi la vita.

Così gliel'ho buttata lì: «Dai, facciamo la seduta su Skype».L'esperimento non è stato dei migliori. Interruzione, rumori di fondo, connessione salterina. Poi il mio compagno ha iniziato lo smart working e la privacy è scomparsa. Quindi ho detto al mio psicoterapeuta: «Vabbe', ci sentiamo a fine quarantena».

Sarà perché io da sempre lavoro in casa, ma a me la quarantena ha tolto poco. La mia routine lavorativa è rimasta più o meno la stessa. Eppure quell'appuntamento mi manca.

Quel momento in cui prendere tutto quello che si agita dentro, anche le cose più inconfessabili, e guardarle in faccia, è necessario per tirare avanti, combattendo ansia e paura. Figuriamoci ora. Per questo molti psicologi si attrezzano con i potenti mezzi della tecnologia per continuare a seguire i propri pazienti e non lasciarli in balia del virus.

Perché la psicoterapia serve, specialmente ora. Anche online.

A cosa serve la terapia online

La psicoterapia online serve a risolvere le stesse problematiche di quella fatta in presenza. Non ci sono differenze a parte quella di poter superare i limiti dettati dallo spazio e dal tempo. In questo modo è possibile realizzare un percorso psicoterapeutico che altrimenti potrebbe tardare a iniziare, proprio a causa di difficoltà di tipo organizzativo, spostamenti poco agili, o come in questo preciso caso, dovuto dall'impossibilità di uscire di casa.

Un percorso di psicoterapia online è utilissimo anche se si cambia città, ma non si vuole dissipare il rapporto con il proprio professionista. Basta un computer, uno smartphone o un tablet e la seduta è comodamente servita a casa o su una spiaggia o ovunque ci sia una buona connessione. Niente reti ballerine: per raccontarsi e fare terapia serve stabilità.

Come si svolge una terapia online

Come per le sedute tradizionali, si fissa un orario - che va rispettato da tutti i soggetti coinvolti - e ci si dà appuntamento online. Quando si è collegati si inizia la seduta. Per stabilire il contatto si può utilizzare una videochiamata via Skype o Hanguts, la modalità più prossima alla seduta in presenza perché mantiene il contesto verbale e visivo, aiutando il paziente a esprimersi e il terapeuta a stabilire il vincolo.

Si può anche ricorrere alla chat dal vivo, offrendo una comunicazione più fluente per coloro che preferiscono scrivere, invece di parlare. Ma questa tecnica è più adatta per un primo contatto che per una vera e propria terapia. Chi non ama il contatto visivo, può anche comunicare per telefono, ma anche in questo caso non è un mezzo adatto ad andare in profondità nella terapia.

Che tipo di terapia si può realizzare

Psicoterapia, psicoanalisi, terapia cognitivo comportamentale: anche online si può scegliere il tipo di processo più adatto a trattare ansia, attacchi di panico, depressione, stress o per portare avanti una terapia di coppia. Non ci sono limiti. Ciò che conta e che terapeuta e paziente/i siano coinvolti nel processo.

I benefici della terapia online

Trasferire la seduta in una videochiamata permette una maggiore accessibilità alla terapia. Si possono limitare gli spostamenti e organizzare al meglio la giornata. Inoltre, non uscendo per recarsi presso lo studio del terapeuta, si mantiene la riservatezza sul proprio impegno. Inoltre, limitando gli spostamenti, si risparmiano tempo e denaro. Secondo Guidapsicologi.it, portale dedicato alla psicologia e al benessere, le sedute in video a distanza, dovrebbero costare meno di quelle in presenza. 

Il servizio di Guidapsicologi.it

Guidapsicologi.it, il portale in Italia interamente dedicato alla psicologia e al benessere ha aperto da qualche mese la sezione Terapia Online, che consiste nell’intraprendere lo stesso percorso previsto da una terapia tradizionale, con la differenza che si svolge da remoto. Invece di realizzare un incontro presenziale, lo psicologo e il paziente si potranno vedere attraverso un monitor e procedere alla seduta esattamente come se si trovassero nella stessa stanza. Per chi è interessato al servizio, può accedere alla sezione Domande e Risposte per capire se questo è il percorso giusto.

Salute e benessere
SEGUICI