Congiuntivite allergica: come riconoscerla

Guida Guida

Come si riconosce la congiuntivite allergica? Ecco quali sono i principali sintomi e come curarla.

La congiuntivite allergica è un disturbo di natura cronica o acuta che può colpire sia gli adulti che i bambini. Molto contagiosa, si manifesta quando particolari sostanze allergeniche entrano a contatto con l’organismo e con gli occhi.

Cos'è la congiuntivite allergica

Nello specifico, la congiuntivite allergica è un’infiammazione a carico della congiuntiva che ha una durata media di 2-3 settimane, sebbene in forma cronica possa anche persistere più a lungo e ripresentarsi in maniera ciclica. Spesso concomitante con la rinite allergica, colpisce perlopiù i giovani adulti.

Le forme del disturbo

La congiuntivite allergica stagionale è la forma più comune e diffusa di questo disturbo. Generalmente è correlata con la presenza di determinati allergeni quali ad esempio i pollini delle graminacee e delle piante arboree.

Tuttavia, esistono anche altre forme di congiuntive allergica quali, ad esempio, quella perenne, quella gigantopapillare e quella atopica. Sarà lo specialista ad individuare l’origine e la causa scatenante del disturbo, indicando al tempo stesso anche la cura più indicata.

congiuntivite

Sintomi e cause della congiuntivite allergica

Questa infiammazione si manifesta con una sgradevole sensazione di prurito e bruciore agli occhi, eccessiva lacrimazione e talvolta fotofobia ed ispessimento della congiuntiva.

Le principali cause scatenanti vanno ricercate nella presenza di acari della polvere, pollini, ma anche in reazioni allergiche al pelo di alcuni animali, a particolari muffe o all’erba.

Non è da escludere, inoltre, che la congiuntivite allergica possa essere determinata da certe sostanze contenute in prodotti farmaceutici, di profumeria e cosmetici.

La cura

Individuare la natura del problema ed isolare lo specifico allergene permette, quindi, allo specialista di prescrivere la cura più indicata. Per contrastare ed alleviare la sintomatologia possono essere somministrati degli antistaminici o dei decongestionanti sotto forma di colliri.

Tuttavia, questi esercitano un’azione antinfiammatoria a livello oculare, ma non inibiscono la causa scatenante. Lo stesso dicasi anche per l’impiego delle lacrime artificiali che alleviano solo temporaneamente il fastidio.

Alcuni medici consigliano l’immunoterapia, ovvero una sorta di vaccino contro la congiuntivite allergica che viene eseguito attraverso delle particolari iniezioni.

Volendo ricorrere a dei rimedi naturali, invece, si possono fare degli impacchi a base di camomilla, amamelide, limone, malva o semplicemente con dell’acqua fredda.

Foto: supergranto / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI