Fitness secondo Jill Cooper

Notizia Notizia

Non basta mettere dei leggins e sudare in palestra per diventare esperti di forma fisica e salute. Servono anche determinazione e creatività. Abbiamo a Jill Cooper di darci una definizione aggiornata di fitness.

Figlie degli anni Ottanta, cresciute a pane e aerobica con Jane Fonda alla tv, sapete bene quanto oggi sia impossibile entrare in palestra per fare solo “un po' di esercizio”. Il fitness come è stato insegnato a quel tempo è ormai un lontano ricordo perché, assieme alla preparazione atletica ora si intrecciano concetti come benessere – o meglio, wellness – ed equilibrio psico-fisico. Roba complicata da raggiungere da soli.

Foto: Jill Cooper SuperJump - Facebook

"Fitness" per Jill Cooper

Jill Cooper, da molti definita la Jane Fonda contemporanea, è la donna che sta riscrivendo le regole del fitness televisivo (e non). Per questo abbiamo chiesto a lei di darci una nuova definizione di questa parola da inserire nel nostro Vocabolario delle Celebrità.

La sua definizione di fitness: cos'è per lei?

Il fitness, nell’accezione più immediata del termine, è movimento legato a un obiettivo di maggiore forma fisica e livello di salute. Nasco figlia del fitness: negli anni ‘80 sono cresciuta con il trend nascente del Fitness, con la F maiuscola. Mia madre mi svegliava alle 6:30 per fare mezz’ora di aerobica con Jane Fonda prima di andare a scuola.

La mia definizione odierna di fitness è: preparazione atletica per non-sportivi, legata a gioia nel movimento attraverso qualsiasi disciplina che aumenta la capacità motoria, cardiovascolare e psico-fisica.

Quando pensa al fitness qual è la parola o l'aggettivo che vi associa nella sua mente?

Energia gioiosa. Lo so, sono due parole, ma il fitness per me è Vita. Il movimento rimette il corpo in dialogo con la mente e insieme fanno da trait d’union con l’anima.

Qual è secondo lei la differenza tra fitness e wellness?

Il wellness non può esistere senza il fitness. Wellness è uno stato felice di salute, di forze fisiche e morali. Senza il fitness che migliora e arricchisce salute e forze fisiche (e aggiungiamo che i valori dello sport sostengono quelli morali) il wellness al 100% è impossibile da raggiungere.

Secondo lei oggi come viene vissuto il fitness?

Il fitness raggruppa, secondo me, tutte le discipline che non portano ad un livello agonistico, ossia è lo sport per i non-professionisti. L’atteggiamento oggi è molto più serio di prima, perciò lo reputo un cambiamento in meglio. Negli anni ‘90 e inizio millennio il fitness era un misto tra il divertimento e il dovere.

Oggi le persone prendono l’allenamento in modo molto più serio, con più attenzione e intensità. Tante discipline come i funzionali e le preparazioni per le gare ad ostacoli comprovano la voglia di diventare “guerrieri” per la gioia del movimento e non solo per una questione estetica.

Qual è la ricetta per vivere il fitness nel modo più sano e armonioso per il corpo e la mente?

Bisogna farlo diventare un appuntamento quotidiano. Questo crea risultati che alleggeriscono il corpo fortificando la mente. Il fitness non deve essere un extra, deve essere un abitudine.

Chi è Jill Cooper

Classe 1968, Jill Cooper è una personal trainer nata a Wichita, Kansas. Dopo aver studiato a New York, si trasferisce a Roma, dove si laurea in International Business presso l’American University of Rome. Cresciuta tra sportivi, coltiva il suo corpo ma anche la sua anima: infatti è molto credente. Arrivata in Italia, Jill Cooper inizia a lavorare come istruttrice in palestra. Contemporaneamente, però, cerca di farsi strada nel mondo televisivo puntando sulla sua bellezza. Pian piano conquista notorietà nel campo del fitness, diventando la personal trainer dei partecipanti del Grande Fratello e di altri personaggi dello spettacolo. Ha scritto cinque libri sul benessere e l'allenamento. È sposata con Alessandro Carbone (con cui ha creato un marchio di abbigliamento sportivo), e ha una figlia, Veronica, nata da un precedente matrimonio. 

Sport e fitness
SEGUICI