Fit Tips

5 buoni consigli per non mollare la palestra

Fatto l'iscrizione in palestra? Ora è vietato mollare! Scopri insieme a DeAbyDay come trovare la giusta motivazione e non scoraggiarsi alla prima difficoltà.

Fatto l'iscrizione in palestra? Ora è vietato mollare! Scopri insieme a DeAbyDay come trovare la giusta motivazione e non scoraggiarsi alla prima difficoltà.

I buoni propositi di inizio anno, i chiletti di troppo, i programmi per l’estate: sono molti i fattori che ci spingono a iniziare a frequentare la palestra. Eppure questi aspetti non sempre sono sufficienti a farci proseguire oltre il primo mese di frequenza. Troviamo quindi la giusta motivazione per andare avanti fino alla fine!

5. Metti per iscritto i tuoi obiettivi

scrivere gli obiettivi di allenamento

Foto: PENCHAN PUMILA ©123rf.com

Gli obiettivi che vuoi raggiungere devono essere stimolanti, specifici, ambiziosi... ma realistici, misurabili e suddivisi in step temporali a breve, medio e lungo termine.

4. Fai le giuste valutazioni

valutazione in palestra

Foto: Olga Yastremska ©123rf.com

Valutate il vostro stato attuale, definite quello desiderato e determinate come raggiungerlo. In palestra affidatevi agli istruttori per avere un aiuto o scegliete un personal trainer. Se siete abbastanza esperte, potete tracciare il “percorso” da sole!

3. Comincia a tenere un diario di allenamento

diario di allenamento

Foto: Andriy Popov ©123rf.com

Vi sarà utile per misurare, monitorare e valorizzare i progressi fatti. Vi ricorderà di procedere per gradi ma allo stesso tempo sarà un semplice aiuto per considerare da dove siete partite e quali progressi avete fatto.

2. Allenati in gruppo

allenamento in gruppo

Foto: dolgachov ©123rf.com

Vi sarà utile per prevenire la noia, accrescere la motivazione e favorire il raggiungimento degli obiettivi. Se vi allenate con persone che hanno i vostri stessi obiettivi, sarà ancora meglio.

1. Sii positiva

ottimismo in palestra

Foto: maridav ©123rf.com

Spostate il focus dalla fatica alle sensazioni positive, in particolare la sensazione adrenalinica che regala lo sport, il rilassamento e il benessere che ne deriva, la consapevolezza corporea, lo "stato di grazia" derivante dall’autoefficacia dell’attività.


Foto: Boris Ryaposov ©123rf.com