Come scegliere tra circuit training e interval training

Guida Guida

Due allenamenti intensi che permettono di incrementare il ritmo cardio con esercizi di rinforzo  

Rinforzare, tonificare, migliorare il ritmo cardiovascolare: sono tutti effetti raggiungibili allenandosi con il Circuit Training e con l'Interval Training, o per dirla in italiano, con l'Allenamento a circuito o a intervalli.

Con il circuit training ripetete una serie di esercizi focalizzati ciascuno su una singola parte del corpo, con l'interval training invece realizzate un solo esercizio che però coinvolge tutto il corpo, ripetendolo a intervalli.

Vi spieghiamo ora per punti le basi di entrambi i metodi di allenamento.

Circuit training

  • Con questo tipo di allenamento, realizzate un workout fatto di esercizi che impegnano ciascuno una singola parte del corpo.
  • Gli esercizi vengono eseguiti in circuito, cioè di seguito, senza riposo o con un riposo minimo.
  • In questo modo, il sistema cardiovascolare è sempre in allenamento, per fornire ossigeno al corpo.
  • Potete ripetere ogni esercizio per un certo numero di ripetizioni o per un certo periodo di tempo.


Quando usarlo

  1. Il lavoro a circuito aggiunge un'importante componente cardiovascolare all'esercizio tradizionale di forza muscolare.
  2. Se volete migliorare la forza muscolare o aumentare la massa dei muscoli, potete continuare a fare gli stessi esercizi, le stesse serie e ripetizioni con identico carico.
  3. Il circuit training è una valida alternativa all'allenamento cardiovascolare tradizionale, come la corsa, con minor sovraccarico per le articolazioni.
  4. Ottimo per costruire massa muscolare senza esagerare, ottenendo muscoli tonici e aumentando la forza funzionale.


Interval training

  • L'allenamento a intervalli prevede la scelta di un esercizio che impiega tutto il corpo.
  • Ad esempio, lo swing da realizzarsi con kettlebell, o il burpee.
  • Potete anche scegliere più di un esercizio, ripetendo diversi esercizi in ciascun intervallo.
  • Ad esempio potete fare il burpee in un intervallo, flessioni in un altro, ecc.
  • Ogni esercizio "total body" va ripetuto per un certo intervallo, seguito da un intervallo di recupero a bassa intensità e così via.
  • Il rapporto tra esercizio e recupero può andare da 1:1 (ad esempio 30 secondi di esercizio, 30 di riposo) a 1,5:1 (ad esempio 45 secondi di esercizio e 30 di riposo), in base al vostro grado di allenamento.


Quando usarlo

  1. L'allenamento a intervalli viene usato spesso anche nella corsa: quando si inizia a correre, si fa pratica con brevi periodi di corsa veloce e brevi intervalli di corsa lenta o camminata.
  2. Lo stesso avviene per l'interval training con gli esercizi di resistenza: mantenere alto il ritmo cardiovascolare grazie all'allenamento costante.
  3. Il ritmo del cuore rimane alto più a lungo, e questo porta a bruciare molte più calorie e migliora la resistenza.
  4. Si può utilizzare l'allenamento a intervalli in quasi tutte le discipline, dalla danza al fartlek, al bootcamp.
     

Scegliete il tipo di allenamento che fa per voi e seguitelo con costanza, i risultati vi sorprenderanno!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Sport e fitness
SEGUICI