Marmellata e confettura fatta in casa: come utilizzare poco zucchero?

Video Video
Confettura di melagrana e fichi… a dolcezza controllata! Grazie ai tre tipi di Cameo Fruttapec possiamo regolare la dolcezza e diminuire lo zucchero nella preparazione della marmellata! 

È possibile fare una marmellata con poco zucchero o senza zucchero?
Lo zucchero ha la funzione di contribuire alla buona conservazione della confettura e di garantirne, insieme alla pectina, la giusta consistenza. Non è possibile fare confetture senza zucchero, per non compromettere la buona riuscita della marmellata.
Cameo Fruttapec contiene pectina e consente di scegliere il grado di dolcezza della propria marmellata.
Con Fruttapec 1:1 si utilizza un chilo di frutta con un chilo di zucchero, per confetture meno dolci e dal gusto di frutta ancora più intenso si usa Fruttapec 2:1, mezzo kg di zucchero per un chilo di frutta. Per ridurre ancora la quantità di zucchero aggiunto c'è Fruttapec 3:1, 350 grammi di zucchero per un chilo di frutta, esattamente un terzo della frutta usata.
Per la confettura di fichi e melegrane è perfetto Cameo Fruttapec 3:1, per avere una dolcezza più contenuta e valorizzare ancora di più il gusto della frutta.

 

Confettura di fichi e melagrane
Hai bisogno di

  • 600 g di melagrana (già preparata)
  • 400 g di fichi (già preparati)
  • 350 g di zucchero
  • 1 busta di Cameo Fruttapec 3:1

Step by step

  1. Sgranare e passare i chicchi di melagrana al passaverdura.
  2. Lavare, mondare i fichi e tagliarli a pezzi piccoli.
  3. Versare il tutto in una pentola dai bordi alti per contenere gli schizzi durante la cottura.
  4. Mescolare Fruttapec 3:1 con lo zucchero e aggiungerlo a freddo alla frutta.
  5. Portare ad ebollizione e far bollire per tre minuti a fuoco vivace, continuando a mescolare.
  6. Usare un cucchiaio di legno lungo per non scottarsi.
  7. Togliere la pentola dal fuoco e mescolare ancora.
  8. Con un mestolo eliminare l’eventuale schiuma che si forma sulla superficie della confettura.
  9. Valutare la consistenza facendo una semplice prova: raffreddare su un piattino un paio di cucchiaini di confettura e inclinarlo. Se la confettura non lascia una traccia acquosa è pronta, altrimenti far bollire ancora 2-3 minuti.
  10. Versare la confettura ancora bollente nei vasetti sterilizzati, riempiendoli fino all’orlo.
  11. Chiudere bene i vasetti, capovolgerli e lasciar riposare per cinque minuti.
  12. In questo modo si sterilizzeranno anche i coperchi.
  13. Attendere almeno 24 ore per gustare la confettura. 
CREDITS

Autore
Marta Bruno

Regia
Silvia Pezzulo

Operatori
Michel Domaine
Claudio Lucca

DOP
Claudio Lucca

Fonico
Mauro Magnani

Montaggio
Silvia Pezzulo

Producer
Caterina Sacchi

Assistente di produzione
Alessandra Krengli 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI