Il narcisista patologico non può amare: ecco perché

Guida Guida

Se ami una persona narcisista, devi prendere atto di una cosa: lei non sarà mai in grado di ricambiare.

Se ami una persona narcisista, devi prendere atto di una cosa: lei non sarà mai in grado di ricambiare.

Sei riuscita a fatica a capire che la persona che ami è un narcisista patologico: i sintomi c’erano tutti, solo che i tuoi sentimenti nei suoi confronti ti avevano impedito di cogliere le ovvietà che scorrevano davanti ai tuoi occhi.

Adesso ti trovi di fronte a un’altra verità, che è quella che fa più male di tutte: il narcisista patologico non è capace di provare amore. Secondo la letteratura psicologica, infatti, il narcisista patologico non è in grado di amare né se stesso né qualsiasi altra persona. Questo perché il disturbo narcisistico è una forma maladattiva della personalità, che ha degli effetti non indifferenti sulla capacità di amare.

Cosa succede a chi si innamora di un narcisista patologico

via GIPHY

Le persone che soffrono di narcisismo maligno non sanno cos’è l’amore: il loro modo di interagire con le altre persone si basa sostanzialmente sull’inganno. La manipolazione è il loro stile di vita: nonostante all’apparenza siano persone estremamente dolci e piacevoli, alle spalle cercano costantemente modi per vendicarsi e per ferire gli altri. Proprio per questa loro duplice natura, non è affatto semplice cogliere i segnali di narcisismo in qualcuno, specialmente se ne si è innamorati.

Questo disturbo della personalità del narcisista, che è una persona saccente, presuntuosa, con un ego smisurato e una considerazione di sé altissima, lo porta a manipolare il proprio partner tessendo una tela di menzogne senza fine. Nonostante il narcisista patologico non sia assolutamente in grado di amare, ha bisogno dell’amore altrui: l'amore gli serve infatti per raggiungere i suoi scopi egoistici, per gonfiare ancor di più il suo ego e la considerazione che ha di sé. Il manipolatore perverso conquista la vittima con la sua falsa tenerezza, portandola in una condizione di dipendenza affettiva dalla quale sarà difficilissimo uscire, soprattutto indenni.

Leggi anche: Dipendenza affettiva e narcisismo: intervista a Nicola Ghezzani

Perché il narcisista non può amare

via GIPHY

Il narcisista patologico vive questa condizione di anemia emotiva a causa di un trauma subito: si tratta di una persona che non è stata amata, di conseguenza non conosce cosa sia questo sentimento. Non può neanche simulare l’amore proprio perché non l’ha mai conosciuto. Sarebbe come chiedere a un cieco di descrivere un colore: come potrebbe mai farlo se non lo ha mai visto?

Il narcisista ha vissuto in un ambiente sterile di sentimenti da bambino: per questo motivo non è in grado di codificare le emozioni. Ciò che ha invece vissuto con intensità durante l’infanzia sono state la collera, la frustrazione e le carenze emotive. Queste ferite accompagnano la persona affetta da narcisismo patologico per tutta la vita: la rabbia accumulata da bambino si trasforma in età adulta in ipersensibilità alle critiche, permalosità eccessiva, impossibilità di accettare un’opinione diversa dalla propria, ridimensionamento e svalorizzazione degli altri, e, nei casi peggiori, aggressività.

Se vi rendete conto che la persona che amate è effettivamente un narcisista patologico e ha questo genere di mancanze non dategli contro: cercate, nei limiti del possibile, di aiutarlo. Provate a farlo tentando, contemporaneamente, di liberarvi dalla prigione emotiva nella quale vi siete infilati. Non rispondete al male con altro male. Provate a fare del bene, per quanto sia possibile: prima a voi stessi, e poi anche all’altro.

Foto apertura: ra2studio © 123RF.COM

Amore e coppia
SEGUICI