Primo appuntamento Tinder: i nostri consigli

Guida Guida

Panico da primo appuntamento su Tinder? Con i nostri consigli andrà tutto alla grande. 

Panico da primo appuntamento su Tinder? Con i nostri consigli andrà tutto alla grande. 
Ti potrebbero interessare

Tinder è una delle app di incontri tra le più conosciute e usate al mondo: è attiva in ben 140 Paesi e utilizzata da 50 milioni di persone. Come funziona Tinder? Il meccanismo alla base dell’applicazione, fruibile comodamente da smartphone, è molto semplice: basta selezionare alcune preferenze - tipo l’età e il sesso della persona che vorremmo conoscere - e si avrà a disposizione una carrellata pressoché infinita di profili.

Il parametro principale in relazione al quale vengono mostrati tali profili è quello della geolocalizzazione: i partner potenziali verranno scelti dall’algoritmo di Tinder in base alla distanza geografica. Dopodiché sarà sufficiente interagire con un apprezzamento nei confronti della persona per la quale si ha interesse: se anche dall’altra parte dello schermo la reazione è la stessa, si avrà quello che Tinder chiama Match, ovvero si potrà iniziare una conversazione e conoscere ragazze e ragazzi che potrebbero diventare bellissime amicizie… o qualcosa di più.

Siti per incontri: il primo appuntamento non si scorda mai

via GIPHY

Se stai leggendo questo articolo è perché hai già trovato il match giusto su Tinder, quello che ti fa venire voglia di andare oltre, di superare le barriere della chat, chiedere il numero e arrivare al fatidico primo incontro. C’è chi non è mai giunto al secondo appuntamento con la stessa persona, arrivando a sviluppare una vera e propria dipendenza da Tinder: conoscere persone nuove è semplice e protetti dalla bolla della tecnologia, tutto sembra possibile.

Al primo appuntamento, però, vengono spesso fuori alcuni aspetti che non erano mai stati considerati prima, come:

  • la sua voce, che non avevi mai sentito prima. Potrebbe essere il Luca Ward della situazione, oppure avere un timbro così fastidioso da farti venire voglia di fingere un malore e rientrare a casa il prima possibile;
  • la sua altezza: ha mentito? Te lo aspettavi più alto e poi ti rendi conto che per stare con lui non potrai mai mettere i tacchi perché siete alti uguali? Quanto è importante per te tutto questo?
  • non azzecca neanche un congiuntivo. Eppure nello scritto non ti sembrava così male…

Tra le tipologie di uomini tinderiani, potresti aver beccato quello che ti fa credere di essere ciò che non è. Oppure, potresti averci preso per una volta nella tua vita. E aver trovato un tipo interessante, apparentemente normale, di quelli che un appuntamento tira l’altro. Come le ciliegie.

Primo appuntamento Tinder: cosa fare e cosa non fare

via GIPHY

L’ansia da primo appuntamento è già, di per sé, una gatta da pelare. Se ci aggiungi il fatto che lo hai visto solo in foto e lui/lei non ha mai visto te, la situazione diventa ancora più drammatica. Altro che gatta da pelare: è più un gatto che salta in aria vedendo un cetriolo.

Ecco allora alcuni pratici e utilissimi consigli per uscire fuori da questa tempesta amletica che ti fa dubitare pure delle tue stesse origini. Smettila ordunque di chiederti “chi sei” e “da dove vieni” e cerca di:

  • essere quello che sei nella vita di tutti i giorni. Di truccarti come fai di solito, di vestirti come più ti piace (strafare ti farà solo collezionare così tanti momenti imbarazzanti da poter completare un intero album di figurine);
  • non mentire: ogni cosa che dici potrà essere usata contro di te in qualsiasi momento. Soprattutto, spera di non averlo fatto in chat e che lui/lei non si ricordi di qualche genialata che ti sei inventata solo per fare colpo;
  • fai domande, ma senza essere scortese. Parla di te, ma senza sbottonarti troppo. Ascolta (per davvero) e cerca di capire quanto avete in comune e quanto la diversità potrebbe essere motivo di ostacolo;
  • tira fuori le tue qualità migliori. Evita, nei limiti del possibile, argomenti che non conosci. Chiedi, se non lo sai ancora, quali sono le sue posizioni in merito alla cucina vegana, alla politica, alla religione… potrebbero venire fuori discussioni davvero interessanti. Si tratta di temi caldi: le sue risposte potrebbero determinare l’esito del primo incontro. Che potrebbe culminare in un blando “Grazie per la serata”, o in un calorosissimo “Quindi… quando ci rivediamo?”.

Bonus track: non dimenticare di fare in modo che il primo appuntamento sia in un luogo frequentato da altra gente. Possibilmente, a meno che tu non abbia un sesto senso da supereroe, evita di dire dove abiti. Almeno al primo appuntamento.

Foto apertura: Antonio Guillem © 123RF.COM

Amore e coppia
SEGUICI