Amore

Il report annuale di Tinder: cosa ci siamo scritti nel 2020

Quali sono gli argomenti dei quali hanno discusso le coppie su Tinder nel 2020: ecco cosa ci rivela il report annuale.

Quali sono gli argomenti dei quali hanno discusso le coppie su Tinder nel 2020: ecco cosa ci rivela il report annuale.

L’inizio del nuovo anno rappresenta un po’ per tutti l’occasione per tirare le somme di ciò che è stato: ci sono i buoni propositi, ci sono le cose da non fare più e quelle da fare di più, ci sono gli elenchi di quello che è stato e di quello che dovrebbe essere.

Anche Tinder, una delle società di online dating più famosa al mondo, ha ricapitolato quello che è successo nel mondo degli incontri online nel 2020. Quali sono stati gli argomenti di conversazione dei tinderiani in Italia? Quale emoji è stata utilizzata di più? Vediamo cosa è emerso dal report annuale relativo allo scorso anno.

via GIPHY

Il report annuale di Tinder 2020

I dati del report annuale di Tinder hanno analizzato le conversazioni degli utenti nel periodo compreso tra il 15 gennaio e il 15 novembre 2020.

Di aggiungere commenti al fatto che il 2020 sia stato un anno singolare a livello globale ci siamo stancati un po’ tutti quanti, come del dover ribadire alla gente per strada che la mascherina sul naso non è opzionale.

A proposito di mascherine, uno dei dati che emerge dall’ultimo osservatorio di Tinder sul 2020 ha messo in evidenza che l’emoji più utilizzata in Italia è proprio quella con la mascherina, mentre mel 2019 era stata il facepalm. A livello mondiale, invece, vince la simpatica emoji con l’alzata di spalle.

Invitare qualcuno a uscire

Nel 2019, i dater della Gen Z, ovvero quelli di età compresa tra i 18 e i 25 anni, rompevano il ghiaccio proponendo una pizza il sabato sera.

Nel 2020 vincono frasi come: "Ho la tisana calda, il pigiama è sul termosifone e ho messo su la mia playlist preferita, ci vediamo su Animal Crossing?", oppure "Diremo ai nostri figli che ci siamo incontrati nella corsia della verdura".

Nonostante cambi l’approccio tra gli utenti, che viene plasmato in base a ciò che succede nel mondo circostante, il 2020 è stato comunque un anno estremamente positivo per Tinder: il 20 marzo ha registrato un record storico con più di 3 miliardi di contatti nello stesso giorno. Gli swipe tra gli utenti con meno di 25 anni sono aumentati del 67%.

via GIPHY

Online dating: un’esplosione di creatività

Tinder Year in Swipe ha sottolineato come, a prescindere dall’atipicità del momento storico vissuto, il 2020 è stata l’occasione per mettere in moto la creatività degli utenti.

Fanno parte dei trend più diffusi, l’utilizzo dell’arcobaleno, della frase “andrà tutto bene” che ha subito un incremento nelle bio del 53%, mentre la parola urlare è stata utilizzata il 49% di volte in più.

All’interno delle bio sono immancabili frasi ironiche per sdrammatizzare sulla pandemia, come il classico “Vuoi vedere la mia collezione di mascherine?”, o il più originale “Un mese fa avevo bisogno di coccole. Ma ora ho bisogno di disinfettante e di mascherine. Mi daresti una mano?”.

Gli appuntamenti (un po’ clandestini) tra le corsie del supermercato non si sono fatti mancare, così come il flirt su Animali Crossing.

Con l’arrivo dell’estate, hanno fatto il boom le seguenti parole:

  • mascherina, che (incredibile ma vero) ha raggiunto picchi del 70%;
  • auto (+70%), il mezzo di trasporto più utilizzato per spostarsi;
  • campeggio (+56%) e camper (+45%);
  • vacanze (+27%), finalmente;
  • amici (24%), finalmente;
  • e vino (+13%), perché alla fine un po’ di estate siamo riusciti a godercela tutti quanti.

via GIPHY

La playlist del 2020

Passando ai brani e agli artisti che hanno contrassegnato lo scorso anno, gli utenti di Tinder hanno apprezzato:

  • WAP (feat. Megan Thee Stallion) di Cardi B;
  • Laugh Now Cry Later (feat. Lil Durk) di Drake;
  • ROCKSTAR (feat. Roddy Ricch) di DaBaby;
  • Wishing Well di Juice Wrld e WHATS POPPIN di Jack Harlow.

Tra i titoli italiani troviamo invece:

  • Bottiglie Privè di Sfera Ebbasta;
  • Karaoke (feat Alessandra Amoroso) di Boombadash.