Home Tips

Piano cottura: le caratteristiche del piano a gas

Economico e pratico nel funzionamento, il piano cottura a gas è ancora il più diffuso nelle case degli italiani. Scopriamone le caratteristiche principali. 

Economico e pratico nel funzionamento, il piano cottura a gas è ancora il più diffuso nelle case degli italiani. Scopriamone le caratteristiche principali. 

Rispetto al passato i moderni piani cottura a gas assicurano cotture uniformi, un certo risparmio energetico e un design esteticamente gradevole.

  • Piano cottura a gas: il funzionamento

Il funzionamento del piano cottura a gas è piuttosto semplice: il gas prelevato dal metanodotto, o in alcuni casi dalle bombole a GPL, viene mandato ai bruciatori attraverso i tubi.

Le manopole presenti nel piano cottura permettono di regolare la quantità di gas erogata e di conseguenza la portata della fiamma.

Quando il gas esce dai bruciatori, si innesca la scintilla che fa apparire la fiamma tramite le manopole con scarica elettrica o un accendino. Maggiore è la quantità di gas erogata e più intensa è la fiamma che fuoriesce dal bruciatore: la fiamma va a scaldare la pentola o la padella che poggia su una griglia.

piano cottura gas

  • Piano di cottura: i vantaggi

Il piano cottura a gas è ancora l'opzione più scelta dagli italiani soprattutto per un fattore economico: questi tipi di piani cottura costano mediamente intorno ai 250 euro, cioè molto di meno rispetto ai piani cottura a induzione.

  • Piano cottura a gas: gli svantaggi

Tutti i moderni piani cottura a gas sono muniti di termocoppia e valvola di sicurezza, sistemi che bloccano l’erogazione del gas, nel caso in cui dovesse spegnersi la fiamma per qualsiasi motivo. In questo modo il gas non fuoriesce, tuttavia può capitare di lasciare il gas aperto e senza fiamma per dimenticanza.

Un aspetto da non sottovalutare è che comunque il gas resta pericoloso, come pure la presenza della fiamma che fuoriesce dal bruciatore: ustioni e piccoli incidenti soprattutto tra i bambini e gli anziani, sono purtroppo ancora molto comuni.

Anche se molto diffuso perché economico al momento dell'acquisto, il piano cottura a gas è tuttavia da considerarsi il sistema meno efficiente in commercio perché offre un rendimento del 40% dell’energia assorbita a fronte di un buon 60% di dispersione. Inoltre la pulizia del piano cottura non è semplice: gli ugelli possono facilmente otturarsi e si rende necessaria un'accurata pulizia periodica. 

Tipsby Dea

Materiali del piano cottura a gas

I materiali con cui i piani cottura a gas vengono realizzati sono l'acciaio inossidabile, l'acciaio smaltato, la vetroceramica e il cristallo temperato.