Cosa mangiano i pappagallini?

Domande Domande & Risposte

 I pappagallini, di qualsiasi specie essi siano, hanno bisogno di seguire una dieta equilibrata fatta di mangime, semi e frutta e verdura.

Una delle prime domande che si pone una persona quando decide di prendere dei pappagallini come animali da compagnia, riguarda il tipo di alimentazione più corretto da seguire. Sia che si opti per un parrocchetto ondulato, un pappagallo cocorita o dei pappagallini inseparabili, occorre fornire un mix di semi di scagliola e miglio da integrare con frutta e verdura di stagione più un apporto extra di calcio.

Una dieta equilibrata per i pappagallini

Per crescere un pappagallo vivace e intelligente è necessario fornire una dieta equilibrata e completa composta per il 75% da mangime, per il 20% da frutta e verdura e per il 5% da ricompense che diventano utili quando si decide di addestrare un pappagallo. Il mangime industriale per pappagalli è composto da una combinazione di semi, sali minerali e vitamine: è la base necessaria per una dieta che impedisce ai pappagallini di soffrire di carenze nutrizionali ma va integrata con frutta, verdura, ossi di seppia e grit, ingredienti fondamentali perché apportano vitamine e sali di calcio.

Mix di semi

L’elemento principale dell’alimentazione dei pappagallini è senz’altro costituito da semi, ampiamente disponibili in commercio nei negozi per animali. I semi adatti ai pappagallini sono: scagliola, canapa, cardo, miglio, girasole, lino, grano saraceno, avena, arachidi e zucca. E’ importante però evitare di dare in proporzioni troppo elevate i semi più grassi e oleosi come quelli di canapa, girasole e arachidi ma prediligere la scagliola e il miglio.

Foto:  Elena Vyaseleva - 123.RF

Frutta e verdura

Frutta e verdura sono un'importante fonte di vitamine per i pappagallini e in più aiutano a prevenire la stitichezza e a mantenerli sempre ben idratati. Non è tuttavia necessario somministrare al pappagallo frutta e verdura ogni giorno, è sufficiente fornirla a giorni alterni. Un’alimentazione per pappagallini priva di frutta e verdura può causare gravi deficit e portare all’insorgenza di malattie. Possono essere somministrati ai pappagallini: catalogna, lattuga, spinaci, rucola, songino, tarassaco, pomodorini, mele, pere, banane, albicocche, pesche, kiwi, arance e mandarini. 

Foto apertura: Valeriya Davydova - 123.RF

CHIEDI A DEABYDAY
La riposta non ti soddisfa? Chiedi nuovamente a DeAbyDay
Chiedi
Animali e cuccioli
SEGUICI