Canarino: la corretta alimentazione

Guida Guida

Per allevare un canarino in ottime condizioni di salute, occorre fornirgli un'alimentazione completa ed equilibrata.

Il canarino è un animale essenzialmente granivoro: si alimenta dunque di semi e granaglie ma occorre integrarne l'alimentazione con altre sostanze nutritive perché in natura questi piccoli volatili si cibano anche di insetti, bacche e piccoli frutti.

Miscele di semi

La base della dieta del canarino è composta da semi. Di solito si acquistano in commercio dei mix che contengono semi di vario tipo come lino, canapa, nigger, ravizzone, perilla bianca e scagliola.

Le miscele devono essere costituite da semi di buona qualità, preparate rispettando specifiche regole igieniche onde evitare che siano presenti muffe e batteri.

Uova

L'alimentazione a base di semi va integrata con una fonte supplementare di calcio, fornendo al canarino il classico osso di seppia oppure il grit solubile o un uovo sodo, tagliato a spicchi comprensivo di guscio.

L'uovo sodo è un alimento ideale durante la fase riproduttiva e utile alla crescita dei piccoli fino allo svezzamento.

Oltre al calcio presente nel guscio, l'uovo fornisce proteine di origine animale e amminoacidi e compensa l'assenza di insetti tipica di un'alimentazione in gabbia.

Pastone

Altro alimento fondamentale nell'alimentazione dei canarini è il pastone, un composto a base di farinacei e altri ingredienti macinati, che apporta alla dieta proteine e lipidi.

Il pastone può essere morbido o secco e di colore bianco o giallo a seconda che sia stato aggiunto alla miscela dell'uovo.

canarino

Foto: cold0328 / 123RF Archivio Fotografico

Frutta e verdura

Anche frutta e verdura fresca è fondamentale nell'alimentazione del canarino per l’apporto di vitamine e sali minerali. Tuttavia la frutta va somministrata con parsimonia per la presenza di alte percentuali di zucchero.

Tra le verdure consigliate si possono dare ai canarini, che sono molto ghiotti di mais e dente di leone: carote, cicoria, broccoli, spinaci, radicchio, cicoria e catalogna.

Integratori

Per aiutare il canarino nei momenti più stressanti dell'anno, come la muta del piumaggio e la riproduzione, si deve integrare la dieta con prodotti vitaminici e sali minerali.

Le vitamine che si trovano in commercio possono essere in polvere o in gocce: le prime sono da mescolare al pastone, mentre le gocce vanno aggiunte all'acqua del beverino. 

Foto: atakhar / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI