Come prendersi cura di un riccio africano

Guida Guida

Considerato un animale esotico, il riccio africano non è una specie protetta e può essere allevato come animale domestico. Ecco come prendersene cura. 

Il riccio africano (Atelerix albiventris) è un animale domestico di tipo esotico originario dell’Africa, il cui allevamento si sta sempre più espandendo in Inghilterra, America, Spagna e anche Italia, tanto da essere ormai considerato da anni un animale da compagnia a tutti gli effetti.

>>>LEGGI ANCHE: Come adottare animali esotici abbandonati

Il riccio africano non è soggetto a C.I.T.E.S. cioè la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione: questo animale va distinto dal riccio europeo (Erinaceus europeus) di cui è proibita la detenzione, poiché trattasi di specie selvatica e patrimonio dello stato.

  • Riccio africano: l’alimentazione

Animale solitario e notturno, il riccio africano va nutrito prevalentemente con insetti come tarme della farina, grilli e camole del miele reperibili facilmente nei negozi per animali oppure sul web.

Oltre agli insetti, i ricci vanno nutriti anche con croccantini per gatti o per cani di piccola taglia, e con del macinato crudo di bovino, almeno 2 volte la settimana.

  • Riccio africano: la temperatura

Il riccio africano va allevato in un terrario o teca mantenendo una temperatura costante che non deve scendere mai sotto i 20 gradi: il riccio africano è abituato a vivere in ambienti in cui la temperatura si aggira intorno ai 25-30 gradi.

Se il riccio africano viene tenuto a temperature troppo basse diventa letargico e può sviluppare infezioni respiratorie.

  • Riccio africano: aspettativa di vita

L’aspettativa di vita di un riccio africano di circa 8 anni. In cattività la vita media aumenta, a patto però che venga alimentato in modo corretto, evitando la sovraalimentazione.

Purtroppo infatti i ricci africano tendono all’obesità e dunque oltre a un’alimentazione equilibrata si deve provvedere a far sgambettare il riccio fuori dalla teca.

>>>LEGGI ANCHE: Come far dimagrire un coniglio obeso

Il momento ideale per farlo è lasciarlo girare in una stanza priva di pericoli nelle ore notturne, tenendolo però sempre monitorato.  

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI