Cani

Come calmare i cani aggressivi

L’aggressività nei cani è un problema comportamentale che spesso richiede l'intervento di un professionista del mondo cinofilo per essere risolto.

L’aggressività nei cani è un problema comportamentale che spesso richiede l'intervento di un professionista del mondo cinofilo per essere risolto.

Interpretare il comportamento del cane non è sempre semplice, soprattutto quando si manifestano episodi di aggressività: per affrontare seriamente questo problema comportamentale occorre affidarsi all'aiuto di professionisti cinofili. Si è soliti considerare i pitbull e i rottweiler tra le razze più pericolose e aggressive rispetto ad altre ma in realtà qualsiasi cane, sia di razza che meticcio, può manifestare aggressività se sottoposto ad un'errata educazione.


Cani aggressivi: le cause

Tutti i cani, in determinati situazioni, possono manifestare comportamenti aggressivi, ad esempio per motivi di paura o di difesa o perché stanno soffrendo per una patologia in atto. Quando però l'aggressività diventa troppo frequente ed è apparentemente immotivata, significa che c'è una ragione più profonda che deve essere investigata. 

Solo conoscendo il motivo che ha scatenato l'aggressività nel cane, è possibile intervenire e correggere il comportamento in modo da risolvere in maniera efficace una situazione di tensione che nuoce al benessere del cane e anche delle persone che vivono con lui. All'origine di questo comportamento potrebbe ad esempio esserci anche una mancata socializzazione: i cani aggressivi spesso sono cani che da cuccioli non hanno avuto la possibilità di socializzare con altri cani, con altri animali e con le persone.

Foto:  Jaromír Chalabala - 123.RF

Cani aggressivi: cosa fare?

Nel caso si avesse a che fare con un cane aggressivo, occorre mettere in atto tutta una serie di precauzioni volte a ridurre al minimo eventuali danni che il cane può causare e cioè stipulare un'assicurazione di responsabilità civile e usare sempre il guinzaglio in luoghi pubblici e, se ritenuto opportuno, anche la museruola. 

Occorre poi iniziare un percorso di riabilitazione con un educatore cinofilo o un etologo che, in base al livello di aggressività del cane e alla causa che ha scatenato il comportamento deviato, può definire una terapia. 

Foto apertura:  byrdyak - 123.RF